Antonio Ingroia è un nome noto nel mondo della magistratura, ex pm antimafia con un percorso poi sfociato nella politica e… scopriamo tutto quello che c’è da sapere!

Gina Lollobrigida ha scelto Antonio Ingroia come avvocato per la causa che l’ha vista contro il figlio in tribunale (dopo la richiesta di quest’ultimo sull’avvio della procedura di amministrazione di sostegno per l’attrice). Il legale ha un passato come magistrato antimafia e, con la nomina a sostituto procuratore di Marsala, il ruolo a stretto contatto con Paolo Borsellino, giudice impegnato con Giovanni Falcone nella lotta alla criminalità organizzata… Partiamo alla scoperta della sua biografia e della vita privata…

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Chi è Antonio Ingroia e dove vive?

Antonio Ingroia è nato a Palermo, sotto il segno dell’Ariete, il 31 marzo 1959. Vive a Roma dove, oltre al ruolo di pm antimafia e quello di politico, ha avviato uno studio legale. È entrato in magistratura all’età di 28 anni al fianco di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, giudici uccisi nelle stragi di Capaci e via D’Amelio.

Nel 1992 è diventato sostituto procuratore a Palermo, nel pool coordinato da Giancarlo Caselli, e ha condotto alcuni importanti processi sui rapporti tra criminalità organizzata e politica e sulla trattativa Stato-mafia. Nel 2009 l’incarico di procuratore aggiunto e coordinatore della Procura distrettuale antimafia, dopo la conclusione delle indagini il passaggio alla direzione della unità investigativa specializzata nella lotta al narcotraffico in Guatemala…

Antonio Ingroia ha assunto l’incarico di avvocato di Gina Lollobrigida nella causa che ha visto l’attrice e il figlio contrapposti in un’aspra battaglia legale. In un’intervista al Corriere della Sera, lui stesso ha raccontato come è avvenuta la scelta dell’attrice: “Nasce tutto da Netflix. Dalla serie su Pino Maniaci, il giornalista perseguitato dopo le sue battaglie contro la mia ex collega Saguto per via dei beni confiscati e di non disinteressati amministratori giudiziari… La Lollobrigida ha visto come ho difeso Maniaci, poi assolto…”. L’attrice, dunque, avrebbe scelto Ingroia dopo averne apprezzato il lavoro attraverso il racconto nella serie Vendetta: guerra nell’antimafia.

La vita privata di Antonio Ingroia

Non si conosce molto della vita privata dell’avvocato ed ex pm antimafia Antonio Ingroia. Dal punto di vista personale appare piuttosto riservato e non ci sono precise informazioni sulla sua storia nemmeno sui social (galassia in cui risulta assente)…

Chi è la moglie di Antonio Ingroia?

Sappiamo però che Antonio Ingroia è sposato dal 2018 e che sua moglie si chiama Giselle Oberti. Anche in questo caso pochissimi dettagli sulla storia della consorte del legale. La donna ha origini argentine e lavora nel mondo dell’imprenditoria, ma non ci sono particolari riferimenti alla loro unione e al suo passato.

Antonio Ingroia: altre 2 cose da sapere…

– Antonio Ingroia ha scritto diversi libri, motivando così la sua declinazione di autore attraverso un autoritratto sul suo sito web: “La vita professionale è piena di aneddoti e storie a volte gioiose e a volte tristi, ma comunque che insegnano qualcosa. Con questa convinzione ho voluto condividere questa esperienza…“.

– Il 17 aprile 2011 ho ricevuto all’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia il premio speciale dedicato alla memoria dell’antifascista Renato Benedetto Fabrizi.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 21-11-2021

Chi è Gianmarco Rottaro, TikToker e idolo dei teenager

Marco Varvello: chi è il corrispondente Rai dalla Gran Bretagna