Che cos’è la Festa degli Alberi?

Il 21 novembre si celebra la festa degli alberi. Una giornata particolare in cui si diffonde il rispetto per la natura. Per non dimenticare che gli alberi sono importanti per il clima e la sicurezza alimentare.


Logo Zalando 190x52

LA STORIA

E’ dall’antica Grecia che è diffusa l’usanza di festeggiare in occasione della piantagione di alberi. Però furono i romani a diffondere quella che oggi chiamiamo  Festa degli Alberi. In passato gli alberi erano rispettati e adorati anche per ragioni religiose. Infatti si usava consacrare i boschi al culto delle divinità dell’epoca. . La più grande festa in epoca romana era la “Festa Lucaria”il 19 luglio, nel corso della quale si celebravano gli alberi impiantati nei mesi precedenti.

In epoca moderna si è diffusa negli Stati Uniti una festa in onore degli alberi, come lotta  ai grandi disboscamenti che interessarono quei territori.
In Italia, la prima Festa dell’albero fu celebrata nel 1898 per iniziativa dal Ministro della Pubblica Istruzione Guido Baccelli.

La Festa dell’Albero fu in seguito istituzionalizzata con la “Legge forestale” del 1923.
Il Consiglio dei Ministri ha approvato nel 2010, la legge “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani”. Questa legge istituzionalizza la Giornata Nazionale degli Alberi” da celebrare il 21 novembre di ogni anno.

Perchè si festeggia la Festa degli Alberi?

Questa giornata è festeggiata dal Consorzio in primavera per motivi climatici. Nella giornata sono presenti diverse iniziative tra cui la piantagione degli alberi. Inoltre vengono presentate anche poesie, temi, canzoni e disegni che affrontano il tema del valore degli alberi per la vita di tutti gli esseri viventi.

L’obiettivo della celebrazione è quello di valorizzare l’importanza del patrimonio arboreo e di ricordare l’importante ruolo di boschi e foreste. Questa giornata è caratterizzata da numerose iniziative volte alla riqualificazione del verde urbano e alla valorizzazione degli spazi pubblici.
La Festa degli alberi è uno strumento di diffusione di presa di coscienza ecologica per le nuove generazioni che dovranno affrontare i problemi ambientali futuri.