Il revenge porn indica la diffusione online di materiale privato a sfondo sessuale senza il consenso della parte coinvolta: scopriamo meglio cos’è e quando si verifica.

Si chiama revenge porn e sicuramente ne avrete sentito parlare visto che è stata approvata nel 2019 la legge che si chiama Codice Rosso, quella che ha proprio introdotto il reato della cosiddetta vendetta pornografica. In sostanza, da adesso le vittime del revenge porn saranno finalmente tutelate, sebbene già negli anni scorsi si fossero registrati episodi gravi e molto pesanti: qualcuno di certo si ricorderà il caso di Tiziana Cantone, che in seguito ad alcuni suoi video diffusi sulla rete senza il suo consenso, si tolse la vita.

Ma perché si arriva a tanto? Perché i giovani ricorrono a questo tipo di violenza e come mai sentono così il bisogno di filmare, fotografare e condividere? Scopriamone di più.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19

TAG:
amore

ultimo aggiornamento: 25-11-2020


Non sai come introdurre il tuo partner al BDSM? Ecco 5 consigli che lo convinceranno

Masturbarsi: tutte le tecniche più bizzarre scelte dalle donne