Benefici talassoterapia per psoriasi

Problemi di pelle che si squama? Proviamo a risolverli con la talassoterapia per psoriasi.

La modernità, le tendenze che vanno accavallandosi l’una sull’altra e il continuo proliferare di ritrovati estetici che promettono miracoli ci porta spesso a dimenticare i benefici effetti dei trattamenti naturali. Quando si sente parlare di talassoterapia ad esempio, molto spesso si ignora che cosa sia questo trattamento, senza pensare che in antichità i Greci e i Romani già ne beneficiavano largamente. La talassoterapia cura moltissime patologie sfruttando i benefici effetti dell’acqua di mare: dolori articolari, problemi di circolazione, ritenzione idrica e anche malattie della pelle. 

I trattamenti talassoterapici sono molti, e tutti decisamente efficaci: i maggiori centri di talassoterapia in Italia e nel mondo offrono massaggi, docce, bagni, fanghi a base di acqua di mare, che sono assolutamente privi di controindicazioni e dei quali possono usufruire tutti, senza limite d’età. Contrariamente a quanto accade per altri trattamenti estetici, la talassoterapia è indicata anche per le donne in dolce attesa per migliorare la circolazione sanguigna, e in questo caso può essere inclusa in un percorso benessere specifico.

La talassoterapia è fortemente consigliata anche a persone affette da psoriasi: questo perché l’acqua di mare, grazie all’alta concentrazione di sale in essa contenuta, rafforza il metabolismo contribuendo di conseguenza alla riduzione del prurito. C’è da dire che la psoriasi è spesso un disturbo di origine nervosa, che può comparire in seguito a un periodo di forte stanchezza o depressione. La talassoterapia oltre a curare il corpo è un toccasana per la mente, e nel caso della psoriasi potrebbe favorirne la scomparsa contribuendo in maniera determinante al relax e alla distensione mentale della persona che ne è affetta.

ultimo aggiornamento: 05-12-2015

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X