Come si fa ad usare il profumo solido? Quali sono i vantaggi di questo cosmetico? Scopriamolo insieme!

Nell’ottica che il veganesimo – volente o nolente – ha portato con sè, ritroviamo tutta una serie di interessanti usi e costumi, in voga diversi decenni fa.

Stiamo parlando, in questa sede, del profumo solido. Essere affiliati al filone bio e 100% natural è dura, certo, anche perché spesso i prodotti biologici e vegetali di un certo livello costano parecchio. Tuttavia, esiste una consuetudine che in molti ancora non conoscono, ed è quella del profumo solido.

Si tratta di una mattonella di concentrato senza alcool, che ci permette di essere sempre freschi e profumati durante tutto l’arco della giornata. Non si vaporizza, quindi non si disperde nell’ambiente, piuttosto è racchiuso in un contenitore apposito che ne preserva l’aroma.

Si applica prelevando una piccola quantità con le dita, la quale si scalda automaticamente a contatto con il calore della pelle. Il profumo solido è morbido e si possono scegliere infinite essenze, tutte naturali!

Si deve applicare in piccole quantità, con la punta delle dita, appunto, in quelle zone calde del corpo, ovvero laddove il sangue affluisce più superficialmente: classiche zone sono dietro l’orecchio, sui polsi, sul collo. Et voilà, il gioco è fatto.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Come usare profumo solido Profumo Solido

ultimo aggiornamento: 04-12-2015


Chi è Gessica Taghetti, ballerina Amici 15

Benefici talassoterapia per psoriasi