Benefici delle bacche di goji

L’antica panacea che viene dall’Oriente – tutti i benefici delle bacche di goji.

chiudi

Caricamento Player...

Gli effetti benefici delle bacche di goji sono molti.  Originarie dell’estremo oriente, queste bacche sono frutti di colore rosso arancio. Appartengono come le patate, le melanzane, i pomodori e le patate alla famiglia delle Solanacee ma, rispetto ai frutti nostrani, hanno proprietà che il consumatore occidentale ha cominciato a scoprire all’inizio degli anni 2000 e che ultimamente stanno rendendo nell’immaginario collettivo le bacche di goji una nuova miracolosa panacea.

Benefici delle bacche di goji

Le bacche di goji contengono tra le altre sostanze betacarotene, la zeaxantina, vitamine A, C ed E, calcio, potassio, ferro, zinco e selenio. Apportano un quantitativo di calorie molto ridotto e quindi non incidono sulla dieta.
La vitamina A è importantissima nella fase di crescita corporea di un individuo: la sua mancanza può comportare una deformazione delle ossa, nonché gravi problemi di vista.

Anche la zeaxantina rallenta la degradazione e la degenerazione maculare delle cellule della retina tipiche negli anziani.
Il potassio aiuta ad aumentare la resistenza muscolare, lo zinco attiva il metabolismo dei macronutrienti (carboidrati, zuccheri, proteine, grassi, lipidi, fibre) risultano estremamente utile quando si affronta un regime dietetico controllato.
I polisaccaridi che si estraggono dalle bacche di goji sono in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi, colpevoli dell’invecchiamento delle cellule del nostro organismo nonché  della potenziale degenerazione delle cellule sane in cellule malate o cancerose. Sotto questo aspetto i polisaccaridi delle bacche di goji sono più efficaci della vitamina C.
Le bacche di goji sembrerebbero inoltre in grado di aumentare l’attività dei linfociti T e delle citochine TNF, un particolare tipo di anticorpi specializzati nella distruzione delle cellule cancerose.

Come assumere le bacche di goji

Attualmente è presente in commercio un gran numero di prodotti derivati dalle bacche di goji. Si va dalle bacche essiccate alle polveri, dalle capsule a base di estratti (la forma più comune di integratore alimentare) all’olio essenziale o all’olio estratto dai semi. Non mancano anche barrette di cereali e pezzi di bacche, yogurt, succhi e yogurt.
E’ sempre buona norma ad ogni modo controllare accuratamente l’etichetta del prodotto che viene acquistato poiché, provenendo dal mercato asiatico, è molto difficile che essi siano sottoposti ai controlli di qualità previsti dagli standard europeo.
L’ideale sarebbe coltivare da sé le proprie bacche di goji e in questa guida è spiegato come fare.
La quantità giornaliera consigliata ad un individuo adulto è 15 grammi di bacche al giorno. Eccedere questa quantità comporta conseguenze spiacevoli a livello gastrointestinale, quali nausea, vomito e diarrea.