Diciassette new entry e tante conferme tra le Bandiere Blu 2023: da Nord a Sud, ecco quali sono le migliori spiagge in Italia.

Passano gli anni ma certe cose non cambiano mai. L’Italia si conferma uno dei paesi con le migliori spiagge al mondo. Sono state ufficializzate in questi giorni le Bandiere Blu 2023, la certificazione internazionale della Foundation for Environmental Education che ogni anno assegna un riconoscimento ai comuni e agli approdi turistici che si distinguono per la qualità delle proprie acque, e non solo. Quest’anno, le spiagge italiane certificate sono ben 458 in 226 comuni, cui si aggiungono 84 approdi turistici. E in particolare, rispetto al 2022, spiccano ben 17 new entry tra le località che sono riuscite a ottenere l’ambita certificazione. L’ennesimo segnale di una crescita che non accenna a frenare.

Cosa sono le Bandiere Blu?

Prima di entrare nel dettaglio delle novità di quest’anno, vale la pena ricordare l’importanza delle Bandiere Blu, un riconoscimento internazionale assegnato ogni anno dalla Fee tra migliaia di destinazioni in tutto il mondo. I criteri per poter ottenere la certificazione sono diversi e includono la qualità dell’acqua, la gestione ambientale, l’educazione e l’informazione ambientale, oltre che la sicurezza e i servizi offerti ai turisti.

Molise citta di Termoli
Molise citta di Termoli

Le spiagge che ricevono questo riconoscimento devono dunque avere acque di balneazione di alta qualità e devono sottoporsi a regolari controlli per garantire la sicurezza e la pulizia dell’ambiente marino. Si tratta di un “premio” che serve a incoraggiare le singole località a impegnarsi nella gestione sostenibile delle risorse costiere e marine, promuovendo la consapevolezza ambientale su tutti i livelli.

La crescita dell’Italia

Sono tantissimi i motivi per festeggiare in Italia. Come riferito da Claudio Mazza, presidente della Fondazione Fee Italia, sono infatti sempre più i comuni italiani che riescono a ottenere questa importante certificazione, con una crescita annuale importante. Basti pensare che nel 1987 le Bandiere Blu nel nostro paese erano solo 37, cresciute in dieci anni a 48, in altri dieci a 97 fino ad arrivare all’esplosione del 2017, con ben 164. Un ritmo di crescita che non si arresta, considerando che nel 2023 i comuni che sono riusciti a guadagnare il prestigioso riconoscimento sono addirittura 226.

Nel dettaglio, sono state ben 17 le nuove località certificate, mentre una sola non è riuscita a confermarsi (Cattolica, in Emilia-Romagna). Al primo posto nella classifica regionale si conferma la Liguria, con 34 comuni certificati, seguita dalla Puglia a 22. Andando a ritroso troviamo Campania, Toscana e Calabria a 19, mentre le Marche salgono a 18. Arriviamo quindi alla Sardegna, a quota 15 davanti ad Abruzzo (14), Sicilia (11) e Lazio (10). Tra le altre regioni settentrionali spiccano il Trentino-Alto Adige a 10, l’Emilia-Romagna e il Veneto a 9.

Le nuove Bandiere Blu nel 2023

Come abbiamo detto, sono ben 17 i nuovi comuni certificati con la Bandiera Blu nel 2023. Da Nord a Sud, troviamo San Maurizio D’Opaglio e Verbania in Piemonte, Toscano Maderno e Sirmione in Lombardia, Laigueglia e Sori in Liguria, Gatteo in Emilia-Romagna, Orbetello in Toscana, Porto San Giorgio nelle Marche, Termoli in Molise, San Mauro Cilento in Campania, Gallipoli, le Isole Tremiti, Leporano e Vieste in Puglia e infine Catanzaro e Rocca Imperiale in Calabria. Per scoprire l’elenco completo delle Bandiere Blu in Italia visita il sito ufficiale bandierablu.org.

Riproduzione riservata © 2023 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 17-05-2023


WhatsApp, arriva la funzione per modificare i messaggi inviati: ecco come funziona

Le più belle frasi di Snoopy, il cane creato dalla penna di Schulz