Bake Off Italia: Clelia d’Onofrio e Ernst Knam non saranno più soli

La nuova edizione di Bake Off Italia, condotto da Benedetta Parodi con Ernst Knam, e Clelia d’Onofrio, prevede diverse novità e una new entry

chiudi

Caricamento Player...

La new entry a Bake Off Italia pare che sia Antonio Lamberto Martino, esperto di panificazione e di vini. Martino affiancherà Ernst Knam e Clelia d’Onofrio come giudice della trasmissione. Lo show andrà in onda sempre su Real Time, e aprirà i battenti a settembre. Ma il nuovo giudice non sarà l’unica novità della stagione: ci saranno grandi sorprese per tutti gli affezionati telespettatori. I concorrenti ad esempio saliranno da 16 a 20 e anche il numero delle puntate passerà da 12 a 16.

Le puntate saranno anche più lunghe, per la gioia dei fan

Ogni episodio passerà da 90 minuti a un’ora.

Anche quest’anno ovviamente diversi personaggi famosi che si cimenteranno nella difficile arte della pasticceria.

La splendida location di Villa Annoni a Cuggiono (MI) non verrà cambiata, ma la scenografia sarà completamente diversa.

DavideMaggio ha incontrato Ernst e Clelia sul nuovo set del cooking show di Benedetta Parodi.

Riguardo al nuovo giudice dicono: “Ci ruba un po’ di spazio” e “Bisogna vedere anche che ruolo avrà…”

Tra di loro intanto, non c’è mai stato un vero momento di attrito, e il rapporto va a gonfie vele. Clelia dice di non saper litigare, ma di sapersi impuntare. E Knam conferma di non riuscire a litigare con la Lady di Ferro.

“Ho fatto tante competizioni, e fare il giudice è un mestiere molto difficile. Se devo criticare o assaggiare, io posso raccontare solo quello che sento. Nei campionati che ho fatto ti trovi venti giudici davanti, uno che dice: “è geniale”, l’altro: “non mi piace”.

Chi ha ragione? Per me ha ragione chi dice geniale! E queste gare sono tante volte truccate perchè se Bolt corre 100 m in tot secondi c’è un cronometro a dimostrarlo, ma il gusto o la bellezza sono difficili da valutare; devi avere delle persone veramente serie.

Per questo mi piace anche Bake Off perchè noi valutiamo veramente quello che sentiamo e soprattutto quello che fanno. E’ una cosa onesta, ha concluso Knam.