Cosa sono i bagni di fieno: controindicazioni e benefici

5 errori da evitare in palestra

Oseresti tuffarti nelle erbe alpine tagliate? C’è chi lo fa! Ecco cosa sono i bagni di fieno, quali sono le controindicazioni e quali sono gli effetti che puoi aspettarti.

All’inizio del 1800 la medicina ha cominciato a proporre ai pazienti i primi impacchi sul corpo con erbe alpine fresche di taglio e macerate. Sono i bagni di fieno: oggi sappiamo che i bagni di fieno sono utilissimi e depurativi. In particolare, favoriscono la sudorazione abbondante e di conseguenza lo smaltimento delle tossine.

Particolare attenzione deve essere posta dalle persone con patologie cardiache, renali ed articolari: per tutte le patologie relative ad infiammazioni i bagni di fieno sono generalmente controindicati.

Cosa sono i bagni di fieno e con quali erbe si fanno

I bagni di fieno si fanno con erbe di pascolo alpino raccolte all’alba su terreni appositamente adibiti, solitamente tra 1000 e 1500 metri di altezza. In particolare le erbe più comuni sono arnica, achillea, trifoglio, iperico, tarassaco, timo, timo serpillo, e mirtillo.

Bagni di fieno controindicazioni e benefici
FONTE FOTO: https://www.flickr.com/photos/rethwill/

Dopo il taglio, le erbe vengono lasciate fermentare per alcuni giorni. In questo modo sprigionano lentamente tutte le loro proprietà più efficaci. Al termine di questo periodo di leggera “stagionatura”, le erbe sono pronte. Il paziente si accomoda, a corpo nudo, in una vasca già parzialmente riempita di fieno. Successivamente viene ricoperto da uno strato di circa 15 cm di altro fieno, riscaldato ad una temperatura tra 40° e 70°.

Controindicazioni

Attenzione alle allergie! Al netto delle allergie, l’intensa attività di sudorazione e di riscaldamento suggerisce per ovvie ragioni di fare a meno di bagni di fieno alle persone affette da patologie renali. Lo stesso vale soprattutto per infiammazioni che causano dolori articolari.

Effetti e benefici

Sudorazione, tanta sudorazione. La temperatura e l’umidità naturale delle erbe innescheranno una reazione di caldo sul corpo, che naturalmente comincerà l’attività di detox. La sudorazione continuerà per diverse ore (3/4 ore). Solitamente il trattamento si conclude con un massaggio e con una tisana detox.

Pronta a tuffarti in una vasca di erbe alpine ora?

FONTE FOTO: https://www.flickr.com/photos/rethwill/

Se vuoi altri aggiornamenti sul mondo femminile, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 13-02-2018

Donna Glamour

X