La crescita delle aziende del lusso informale conferma che il look sportivo ricercato è la tendenza inarrestabile del momento.

Se sono diversi i marchi, da quelli del fashion retail alle maison dell’alta moda, ad includere nella loro collezione una linea dedicata allo sportswear dai capi d’abbigliamento alle scarpe, un motivo c’è forte e chiaro: le statistiche delle aziende del lusso informale confermano infatti ulteriormente questa tendenza che dati gli ottimi risultati continuerà a crescere. Il look urban e sportivo sofisticato e ricercato sembra infatti essere la nuova frontiera del lusso, privilegiando capi comodi, pratici ma che non perdano l’appeal elegante e chic.

Aziende di lusso sportswear in crescita: Farfetch è leader della top 20 dei brand

Un fatturato in crescita o esplosivo non sono necessariamente le aziende che hanno registrato una crescita evidente: un dato vero da sempre ma che quest’anno è evidente più che mai come mostra la classifica Fastest 20 di Deloitte, che raccoglie i marchi in più rapida crescita e che quest’anno sono i brand di lusso dello sportswear. L’abbigliamento sportivo e urban proposto da queste aziende di lusso sembra quindi registrare anche il dato di una preferenza sempre in crescita per un abbigliamento che mix praticità ed eleganza.

Se lo scorso hanno questa classifica vedeva in prima linea Chanel e le aziende del gruppo Kering, quest’anno a dominare la classica è Farfetch, piattaforma britannica entrata per la prima volta nella classifica Deloitte e che è anche proprietaria di New Guards Group, azienda italiana a cui fanno capo i brand sportswear più amati del momento come Palm Angels e Heron Preston, oltre ad essere il distributore di Off-White. Un dettaglio questo da non sottovalutare se consideriamo che proprio il marchio di Virgil Abloh ha riscritto le regole dello streetwear di lusso.

Moncler e le altre aziende sportswear in crescita: Italia e Regno Unito sono i paesi che dominano la scena

Tra le altre aziende in classifica troviamo al secondo posto Richard Mille, rispettivamente al terzo e al quarto Canada Goose Holdings e l’italiana Golden Goose, mentre chiude la top five Sportswear Company. Ma la grande riconferma è l’italiana Moncler che al ventesimo posto è per il sesto anno consecutivo all’interno della classifica, registrando nel 2020 uno dei margini più netti di crescita rispetto anche ad altre aziende di lusso come Hermès: un risultato dovuto all’acquisizione di Sportswear Company.

Geograficamente la distribuzione è nettamente cambiata: sono infatti Italia e Regno Unito i paesi dai quali proviene il maggior numero di aziende di lusso ad alta crescita e ciascuna con quattro aziende nella top 20, a cui seguono Stati Uniti e Cina. Perde invece quota la Francia che nella classifica è presente solo con Zadig & Voltaire al decimo posto.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 16-12-2021


Balenciaga punta alla creazione di un Metaverso orientandosi verso il digital fashion

Profumo di Natale: le fragranze più belle, dalle classiche alle new da regalare