Automassaggio linfodrenante

Consigli e tecniche per eseguirlo a casa vostra

chiudi

Caricamento Player...

La linfa è una sostanza di colore bianco che viaggia attraverso il corpo raccogliendo tossine e scorie procedendo lungo i vasi linfatici. Il movimento non è dato dal sangue ma è piuttosto lento ed è accelerato dal movimento muscolare. In alcune zone sono situati i punti in cui viene purificata: si tratta di collo, ascelle e inguine. Il massaggio linfodrenante si basa su movimenti leggeri e delicati che favoriscono il flusso della linfa.

Come eseguire da soli il massaggio linfodrenante

Le zone interessate coinvolgono tutto il corpo ma molta attenzione viene posta proprio ai punti di purificazione della linfa: il massaggio parte dal collo e finisce con l’inguine.

I benefici del massaggio sono molteplici:

  • la diminuzione della cellulite; soprattutto negli stadi inziali può essere combattuta efficacemente eliminando i liquidi che formano la cosidetta “buccia d’arancia”
  • ottimo anche contro piedi e gambe gonfie, l’accumulo dei liquidi nella parte sottostante può essere causata da una difficoltà della linfa nel risalire il corpo
  • anche in gravidanza da esguire dal quarto mese in poi
  • ottimo contro couperose e acne
  • favorisce la cicatrizzazione e i miglioramenti dopo gli interventi chirurgici

Come eseguire il massaggio

In ambiente fresco ed arieggiato iniziate con un processo di liberazione dei linfonodi della gola (è necessario che un’esperto vi indichi come fare); quindi seguono le fasi successive:

  • Sdraiati con un sostegno sotto la schiena, massaggiate con le mani la parte bassa del ventre e le ossa del bacino, contraete i muscoli con le mani e muovetevi sempre verso il centro del corpo;
  • Con le mani giunte a bracciale, stringete la coscia e scendete verso il ginocchio, premendo con le dita; eseguite la stessa operazione sull’altra gamba;
  • Con il palmo della mano effettuate massaggi con movimenti rotatori all’interno ed esterno sulla gamba piegata;
  • eseguite i movimenti rotatori su ginocchia e malleolo dove si formano spesso i gonfiori
  • accarezzate dal basso verso l’alto le gambe con entrambe le mani.

Ripetete il massaggio e settimana dopo settimana gli effetti saranno visibili.