Autocertificazione marzo 2021: ecco il modello dell’autodichiarazione scaricabile dal sito del Ministero dell’Interno per giustificare gli spostamenti in zona rossa.

Dal 15 marzo 2021 l’Italia è tornata praticamente in lockdown. Tutte le regioni sono rosse o arancioni, ad eccezione della Sardegna, che resiste in zona bianca. Ciò vuol dire che in tutta la penisola sarà necessario compilare nuovamente l’autocertificazione per spostarsi anche solo all’interno del proprio Comune. Ecco quando e come utilizzarla e il modello ufficiale da poter scaricare.

Autocertificazione in zona rossa e arancione: quando serve

In vista della Pasqua l’Italia torna a rendere più stringenti le proprie maglie per poter contenere il contagio da Coronavirus. L’intera penisola, Sicilia compresa, è in zona rossa o arancione. E questo vuol dire che per spostarsi torna protagonista l’autocertificazione.

Scrivere
Scrivere

In particolare in zona rossa, stando a quanto confermato dal nuovo decreto in vista della Pasqua, bisogna sempre giustificare i propri spostamenti, a partire da quelli all’interno del proprio Comune. Non ci si puiò spostare, salvo comprovate esigenze, motivi di lavoro, salute o necessità, né all’interno del Comune di residenza, né al di fuori o fuori regione. Resta invece consentito il ritorno alla residenza, al domicilio o all’abitazione.

Poco diversa la situazione in zona arancione. In questo caso è consentito spostarsi all’interno del proprio Comune dalle 5 alle 22. Chi vive in un Comune piccolo, fino a 5mila abitanti, può spostarsi entro i 30 chilometri dal confine, ma senza potersi recare nei capoluoghi di provincia. Consentite le visite ad amici e parenti nel Comune, una volta al giorno per massimo 2 persone, esclusi under 14. Per tutti gli altri spostamenti all’interno o all’esterno della regione è invece necessaria l’autocertificazione per provare che lo spostamento è per motivi di salute, lavoro o necessità.

Autocertificazione marzo 2021: ecco dove scaricarla

L’autocertificazione valida dal 15 marzo 2021 è disponibile sul sito del Ministero dell’Interno e può essere anche compilata sul posto al momento del controllo. Qualora non si potesse stampare il modello, è possibile scriverla a mano o chiedere una copia alle forze dell’ordine al momento del controllo. Oltre alle generalità, sull’autocertificazione dovrà essere indicato il luogo di partenza e quello di arrivo. Una volta consegnata, l’autodichiarazione verrà verificata dalle forze dell’ordine.

TAG:
coronavirus

ultimo aggiornamento: 15-03-2021


Pamela Anderson vende casa: scopri la villa da favola a Malibu

Piante contro le zanzare: ecco quelle da avere per combatterle