Aurora Ramazzotti contro i social? Solo per un cortometraggio

Aurora Ramazzotti recita per l’amico Marco Ferrero in in cortometraggio contro la dipendenza da social

chiudi

Caricamento Player...

L’esordio di Aurora Ramazzotti nel mondo dell’audiovisivo, arriva con la partecipazione al cortometraggio scritto e diretto dall’amico Marco Ferrero, un tempo spacciato come suo primo grande amore.

Leggi anche: Aurora Ramazzotti: “Sono innamorata dei miei fratellini”

Aurora Ramazzotti interpreta se stessa e porta in fronte il numero dei suoi follower sui social. Il cortometraggio di Marco Ferrero, in arte Iconize,  si intitola “Social Generation” e vuole essere un’accusa a coloro che giudicano le persone solo in base a quanti seguaci hanno sui loro profili. Comportamento tipico degli adolescenti in questo periodo.

Il cortometraggio è stato pubblicato sulla pagina facebook di Iconize e condiviso dalla stessa Aurora Ramazzotti, che sul social vanta 83mila seguaci, mai quanti quelli di Instagram che sono 297mila.

Così la figlia di Eros e Michelle spiega il perchè della sua partecipazione a questo cortometraggio:

“Io amo i social: trovo che rendano possibile l’espressione delle singole persone e che aprano molte porte. Al contempo però, purtroppo, sono testimone e partecipe di uno sviluppo sbagliato, ovvero quello della concezione altrui attraverso principi di visibilità e, se vogliamo, “numero di seguaci”. Sono felice di aver partecipato a un progetto che ci ha reso possibile mostrarvi anche il nostro punto di vista. Perché tolti i numeri, chiuso Instagram, Facebook, spento internet, siamo tutti figli dello stesso Dio. Molto più veri se riconosciuti per il valore della nostra anima, piuttosto che per il seguito del nostro profilo pubblico !!”

Aurora Ramazzotti