Che cos’è l’Atelofobia, la paura di sentirsi imperfetti

La paura di non sentirsi all’altezza e trovarsi sempre mille difetti: è un disturbo psicologico e si chiama Atelofobia. Ecco cos’è, i sintomi e la cura!

Capita quasi a chiunque di sentire l’enorme desiderio di voler cambiare qualcosa del proprio aspetto fisico o anche un lato del proprio carattere. Cambiamenti che nascono da un’insicurezza personale, dalla paura di non sentirsi… perfetti. Spesso, purtroppo, parliamo di un vera e propria fobia che prende il nome di “Atelofobia” e fa, quindi, riferimento ad un disturbo psicologico.

Non sentirsi all’altezza di niente potrebbe causare dei veri danni alla mente: ecco perché è importane riconoscere i sintomi e, soprattutto, ricorrere ad una cura… Scopriamo di più!

Atelofobia: cos’è e i sintomi per riconoscerla

Come accennato poco fa, l’Atelofobia è un disturbo psicologico che può colpire molte persone. Il soggetto colpito manifesta tanta insicurezza e paura di non riuscire mai a raggiungere la perfezione in nessun tipo di cosa che fa, a partire dalle sue azioni fino ad arrivare al suo aspetto fisico. L’autostima, quindi, è fin troppo sotto terra e il soggetto con il disturbo di Atelofobia non si sente mai all’altezza di svolgere qualsiasi tipo di attività. Significa criticarsi da soli e trovare sempre difetti in quello che si dice e in quello che si fa.

ragazza triste
Fonte foto: https://pixabay.com/it/ragazza-seduta-molo-banchine-1822702/

Purtroppo, può capitare a chiunque di non sentirsi all’altezza, ma quando il problema diventa perenne potrebbe provocare dei danni fisici e psichici. Il soggetto, inoltre, può manifestare l’Atelofobia tramite i seguenti sintomi: mancanza di respiro, tachicardia, sudorazione fredda o attacchi di panico. Chi ne soffre vive costantemente di crisi d’ansia, nausea, confusione mentale, tensione muscolare e angoscia. Purtroppo, potrebbero esserci gravi conseguenze come depressione, disturbi alimenti e insonnia.

Atelofobia: le possibili cause

Le cause possono variare in base al soggetto. Solitamente, quelle più diffuse sono traumi legati all’infanzia o anche durante il periodo dell’adolescenza. Ricordi che provocano dolore, eventi negativi, aver fallito più volte in qualcosa in cui si credeva, aspettative troppo alte da parte dei propri genitori o amici stretti… Tutte cause che, purtroppo, potrebbero causare un senso di insicurezza che con il passare del tempo diventa sempre più intenso.

Come curare l’Atelofobia

In casi come questi, bisognerebbe fare un lungo lavoro su se stessi e cercare di imparare ad accettarsi senza pretendere la perfezione. Solitamente, per poter recuperare il proprio benessere è necessario l’aiuto di qualcuno, come uno specialista. Infatti, nel caso in cui il disturbo sia già abbastanza grave, potrebbero essere utili degli ansiolitici che lo stesso psicoterapeuta prescriverà.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/ragazza-seduta-molo-banchine-1822702/

ultimo aggiornamento: 09-02-2019

X