Arredo Design: le nuove frontiere dell’e-commerce

Opportunità per Aziende e consumatori ecco quali sono i siti e-commerce più importanti nel panorama del Design di Arredo.

chiudi

Caricamento Player...

Arredo Design e E-commerce un connubio non sempre facile, ma che gradualmente sta prendendo forza, è quanto emerge da una recente analisi dell’Osservatorio Politecnico di Milano che fisserebbe in 370 milioni il volume complessivo degli acquisti online degli italiani in questo settore nel solo 2015. Un valore, che risulta poca cosa se paragonato ai 16,6 miliardi di euro spesi negli acquisti online dagli italiani nello stesso periodo di osservazione, ma il segmento sta dando dei buoni segnali di crescita e vivacità.

Non è infatti un caso, che molti imprenditori del settore stiano scommettendo su un futuro sempre più digitale , spinti dalle enormi potenzialità di crescita, che stima il raggiungimento dei 60 miliardi di fatturato sul mercato mondiale entro i prossimi 5 anni. L’integrazione tra il canale virtuale e quello fisico , lo show room per intenderci, è dunque una realtà non più procrastinabile, pena l’esclusione da una grossa fetta del mercato mondiale.

Se da un lato dunque, la maggior parte delle aziende di arredo design ha già un sito internet di rappresentanza, sono ancora poche quelle che realizzano fatturati consistenti dalle vendite online, assistendo semmai, alla nascita di aziende ex novo che paradossalmente affidano al canale web tutte le loro sorti, con un successo sempre crescente.

Uno di questi è Dalani.it, costola italiana del gruppo tedesco Westwing. Presente in 14 Paesi, Dalani fattura 183 milioni di euro e ha 26 milioni di iscritti.Lo shopping club online Dalani, non è solo un sito che vende prodotti di Design, ma anche contenitore di idee e fonte d’ispirazione , grazie al suo Magazine digitale. Ogni giorno l’utente è catapultato tra tra tendenze e consigli di arredo, che rappresentano un vero e proprio servizio di consulenza professionale.  Per Dalani l’Italia, rappresenta uno dei mercati più importanti, contribuendo ad esportare prodotti di aziende Made in Italy negli altri 13 Paesi dove il sito opera, come la Russia, la Germania, il Brasile e la Francia. (Leggi di più su Dalani qui)

E’ un caso a se, Lovli.it, fondata a Milano nel 2012. Negozio multimarca da un lato, Digital Enabler per le aziende del comparto, dall’altro e che ultimamente ha inserito una sezione dedicata ai deals vendite a tempo. (vai al sito Lovli.it qui).
Made.com, è invece il sito del gruppo britannico che progetta e realizza prodotti a marchio proprio vendendoli esclusivamente sul proprio sito.