Angelina di The Voice of Italy 2016

Angelina di The Voice of Italy 2016

chiudi

Caricamento Player...

Quest’anno sono tante le novità per la quarta edizione di The voice of Italy 2016. Dopo l’arrivo di tre nuovi giudici, Emis Killa, Max Pezzali, Dolcenera, arriva una nuova V-report, Alessandra Angeli, detta Angelina. La ragazza non è nuova nel mondo dello spettacolo e del piccolo schermo. L’abbiamo, infatti, già vista nel ruolo della “cattiva” nella terza edizione di Pechino Express nella stagione 2014, insieme all’amica Antonella. È in quest’occasione che riesce a conquistare il pubblico grazie alla sua forte autoironia, intelligenza e irriverenza. Scopriamo qualcosa in più su Angelina di The Voice of Italy 2016.

Chi è veramente Angelina di The Voice of Italy 2016?

Angelina è una donna molto forte che nella vita non si è mai fatta mettere i piedi in testa da nessuno e che ha lottato con tenacia per essere la persona che è adesso. Angelina è una transessuale e ha sempre assecondato ciò che il suo corpo le richiedeva. Adesso è finalmente sé stessa e si ritiene una donna felicissima e con un grandissimo entusiasmo verso la vita. Di professione è una truccatrice di successo, molto amata negli ambienti della moda e delle sfilate.

Dopo Pechino Express ha iniziato la carriera da opinionista e da cattivissima make up artist è giunta quest’anno ad ottenere il ruolo di V-report dietro le quinte di The voice of Italy. Angelina si occuperà di raccogliere le emozioni e le impressioni nel backstage del programma e i vari retroscena commentando e interagendo con il pubblico attraverso i social network. La presenza di Angelina darà sicuramente un tocco vivace a questa nuova edizione di The Voice of Italy. Il web avrà quindi una nuova protagonista, l’irriverente e spumeggiante Angelina di The Voice of Italy 2016. Prende il posto che per due anni aveva occupato Valentina Correani, di tutt’altro timbro, per lanciarsi in questa nuova avventura che saprà sicuramente gestire al meglio con la sua forza di volontà e irresistibile autoironia.

 

Fonte immagine copertina: Twitter