Alimentazione per prevenzione tumore seno

Esiste un’alimentazione da promuovere o da evitare rispetto alla prevenzione del tumore al seno?

chiudi

Caricamento Player...

La qualità del cibo è fondamentale ma come sempre, attenzione anche alla quantità. Il primo imperativo culinario per la prevenzione del tumore al seno è non eccedere in grassi animali e in calorie, il cui calcolo deve necessariamente tenere conto dell’età, della morfologia e del tipo di vita che si ha.
In particolare tra i cibi da evitare, nel mirino di oncologi ed epidemiologi c’è il lattosio, soprattutto in alimenti ad alto contenuto di grassi. Gli estrogeni contenuti nel lattosio, esporrebbero al rischio di recidività per chi ha già contratto una forma tumorale. Evitare i latticini nell’età adulta, diminuirebbe dunque il rischio d’insorgenza, infiammazione e dispersione delle forme tumorali. Dalle benigne, come le fastidiose poliposi, alle più serie come, appunto, il cancro al seno.
Uno stile di vita sano, un’alimentazione sana, una dieta ricca di cereali non raffinati, frutta, verdura, legumi, funghi, senza scordare le spezie, preziose alleate, sono dunque altamente raccomandati da un punto di vista preventivo. Tra i cibi consigliati per la prevenzione del tumore al seno indichiamo in particolare la frutta, soprattutto quella rossa ricca di antiossidanti come l’uva, il melograno, i mirtilli; tra le spezie, per il suo particolare concentrato di proprietà, la cannella. Fate attenzione dunque ad integrare sempre di più questi elementi nelle vostre ricette per un apporto gustativo e non solo.