Alessia Marcuzzi svela che cosa le accadeva quando era una bambina

Alessia Marcuzzi, ospite di Che tempo che fa, ha parlato a Fabio Fazio della sua vita lavorativa e ha svelato un simpatico aneddoto della sua adolescenza

chiudi

Caricamento Player...

La splendida Alessia Marcuzzi è stata ospite del programma Che tempo che fa: la conduttrice del Grande Fratello e de L’Isola dei Famosi è una delle presentatrici tv più ricercate del momento e più amate da pubblico italiano. Ma non basta, infatti è anche attrice di grande successo e in questi giorni ha doppiato con la sua voce “Cicogne in missione”, il nuovo film d’animazione della Warner, uscito nei cinema italiani il 20 ottobre scorso, dove interpreta la voce della protagonista Tulip.

Il simpatico aneddoto sull’adolescenza di Alessia

Ripercorrendo la sua lunghissima carriera, Alessia ha svelato che da adolescente non era molto apprezzata dal mondo maschile:

Da ragazzina ero un po’ sfigata, nessuno ballava con me, poi, certo, mi hanno offerto il calendario, ma prima…”.

Tra le esperienze di rilievo Alessia ha avuto la grande occasione di recitare al fianco di David Bowie, nel film del 1998 di Giovanni Veronese dal titolo  “Il mio west”:

“Mi ha violentato e ammazzato, recitare con lui è stata un’esperienza pazzesca, incredibile, come lo è stato vedere la gente dormire da giorni per vederlo. Io avevo una pura tremenda, perché aveva una faccia così imperturbabile, e nonostante fosse gentile e carinissimo ero spaventata dal fatto di averlo davanti”.

L’intervista si è conclusa con Fabio Fazio che ha domandato alla conduttrice de L’Isola dei Famosi chi fosse il vincitore dell’ultima edizione: “Una curiosità, se posso. Chi ha vinto l’ultima edizione dell’Isola dei Famosi?

La showgirl ha prontamente risposto: “Jonas Berami” ma dal pubblico ci sono stati subito piccoli sussulti perchè il vincitore dell’edizione 2016 è stato il pugile Giacobbe Fragomeni.

Il conduttore ha fatto notare ad Alessia l’errore e lei, visibilmente imbarazzata, ha subito chiesto scusa al al pugile.