Abiti midi da evitare

Tutti i modelli di abiti midi da evitare: no a linee strette su fisici curvy né tinte spente carnagioni chiare.

Per quanto siano irresistibili e alla moda non tutti i modelli di abiti midi sono adatti in ogni situazione ne al corpo di ogni donna. Questa linea di abiti è in grado di regalare molta femminilità, ma bisogna essere in grado di portarlo e di scegliere il modello giusto per ciascun fisico. A seconda se si è troppo magre o con qualche chilo di troppo ci sono dei modelli di abiti midi da evitare.

Abiti midi da evitare: no a scollature eccessive e linee troppo aderenti.

Il modello classico di abito ad altezza media è senza dubbio il tubino. Può sembrare un capo semplice e facile da portare, ma non è affatto così. Molte di queste linee sono realizzate in tessuti rigidi che difficilmente si adattano alle forme del corpo. Un corpo molto magro, ad esempio, avrà difficoltà a trovare il modello giusto perché nella maggior parte dei casi risulterà troppo largo in vita o sul seno. Per questa tipologia di fisica è senza dubbio consigliato una linea più morbisa e aderente. Tuttavia, se si hanno dei rotolini di troppo è meglio evitare di indossare un abito che invece di esaltare femminilità ed eleganza, metta in vista antiestetici punti del corpo. Da evitare anche i modelli midi per chi le gambe gonfie poiché quest’abito arrivando a metà ginocchio invece di affusolare la gamba andrà ad attozzarla.  Se si poco seno evitare di indossare i modelli di abiti midi a fascia perché schiaccerete il petto, a meno che non indossiate un ottimo push up, poco confortevole con le alte temperature. Infine, evitare i modelli di abiti midi estremamente scollati sul petto o sulla schiena che lasciano vedere chiaramente il reggiseno in quanto risultano poco estetici e per nulla eleganti.

Fonte immagine copertina: Zara

ultimo aggiornamento: 02-07-2016

Elisa Mahagna

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X