A chi è dedicata Tango di Tananai? L’artista racconta la storia di Maxim e Olga, la loro “separazione forzata dalla guerra”.

Con Tango, Tananai si è preso la sua rivincita: si è classificato al quinto posto al Festival di Sanremo 2023. La canzone sta riscuotendo un grande successo, tanto che è uno delle più ascoltate e scaricate dalle piattaforme. A chi è dedicata? Il brano racconta la vera storia di Maxim e Olga, coppia che sta vivendo sulla propria pelle le conseguenze di una guerra ingiusta.

A chi è dedicata Tango di Tananai?

Dopo Sesso occasionale, con cui si classificò ultimo al Festival di Sanremo, Tananai è tornato sul palco dell’Ariston con la canzone Tango. E’ riuscito a fare breccia nel cuore dei fan fin dal primo ascolto, tanto che al termine della kermesse si è classificato al quinto posto, prendendosi una bella rivincita. Il brano mostra un lato inedito di Alberto Cotta Ramusino – questo il suo nome all’anagrafe – che il grande pubblico ha apprezzato in massa. Tananai racconta una storia d’amore a distanza, ma per la prima volta sceglie di non parlare di una sua esperienza. Il cantante, infatti, ha dedicato la canzone a Olga e Maxim, una coppia di Smolino, cittadina Ucraina sconvolta dalla guerra iniziata per volere della Russia.

Lo so quanto ti manco
Ma chissà perché Dio
Ci pesta come un tango
“.

Con Tango Tananai porta alla luce le emozioni che si vivono durante una storia a distanza. Le telefonate come unico punto di contatto, l’assenza di due corpi che si toccano, che si annusano. Il desiderio che si spegne e, allo stesso tempo, la necessità di mantenere vivo il sentimento, anche quando la sofferenza e la disperazione fanno da padroni. Nel bel mezzo di questo turbinio del cuore, le piccole cose assumono un’importanza fondamentale, vitale.

Tango di Tananai: la vera storia di Olga e Maxim

Tananai ha raccontato che Tango è dedicata ad Olga e Maxim, ma può essere la canzone rappresentativa di tutte le coppie che sono costrette a vivere una relazione a distanza. Prima dell’inizio della guerra, Olga e Maxim vivevano la loro storia d’amore godendosi gli alti e i bassi della quotidianità. Lei era una segretaria in una clinica e si occupava della figlia Liza di 14 anni. Con l’esplosione del conflitto, Maxim è stato chiamato alle armi, mentre lei e la pargola sono fuggite in Italia. Giunte nel bel Paese hanno trovato rifugio a Milano, a casa di un signore italiano. Olga e Liza vivono tutt’ora nel capoluogo lombardo, mentre Maxim sta ancora combattendo per la libertà dell’Ucraina.

La famiglia è protagonista anche del video di Tango, uscito giovedì 9 febbraio 2023. Le immagini che compaiono nel filmato sono reali, girate da Olga e Maxim con i propri telefoni. Tananai ha rivelato che la loro storia gli è stata raccontata da alcuni amici e lui ha subito avvertito il bisogno di mettere in musica “la separazione forzata dalla guerra“.

Ecco il video di Tango di Tananai:

Tango di Tananai: il testo della canzone

Non c’è un amore senza una ragazza che pianga
Non c’è più telepatia
È un’ora che ti aspetto…

Continua per il testo integrale

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 14 Febbraio 2023 15:11


Bonus donne 2023: esonero contributivo fino al 31 dicembre

Millennial, boomer e non solo: una breve presentazione delle generazioni