10 cose che (soprattutto) gli uomini non sanno sulla vagina

Pensate di sapere tutto sulla vagina? Molto probabilmente non è così! Ecco 10 curiosità che molti non sanno, soprattutto gli uomini.

chiudi

Caricamento Player...

Tutte le donne hanno una vagina, eppure non tutte la conoscono davvero. Per non parlare degli uomini, che dicono di adorarla, ma spesso non sanno nemmeno bene com’è fatta.

Per questo VanityFair.it ha pubblicato un interessante articolo, nel quale ha raccolto 10 curiosità sui genitali femminili, che tutti, sia donne che uomini, dovrebbero sapere. Vediamo quali sono!

10 curiosità sulla vagina

  • La vagina non è sempre uguale, cambia da donna a donna. In media è profonda dai 7 ai 10 cm e l’apertura va dai 3 ai 6 cm. Grazie all’elasticità delle pareti, può espandersi del 200%, consentendo il parto.

vagina

  • Il suo nome deriva dal latino e significa “guaina”, “fodero”, in riferimento a quello della spada. La metafora sessuale è chiarissima!
  • La clitoride è il principale organo erettile della donna, una sorta di piccolo pene. Rispetto a quest’ultimo, però, ha il doppio delle terminazioni nervose, che sono circa ottomila.
  • Fare sesso fa bene, perché avere orgasmi regolarmente mantiene alti i livelli di estrogeni. Inoltre il sesso riduce il rischio d’infarto e di tumore al seno, aiuta a combattere i dolori mestruali e allevia lo stress.
  • Le donne possono provare più orgasmi degli uomini: il record assoluto è di 134 orgasmi in un’ora, contro i 16 provati da un uomo.
  • I muscoli della vagina, se ben allenati, possono sollevare fino a 14 chili. La russa Tatyana Kozhevnikova ci è riuscita!
  • La vagina si autopulisce internamente, eliminando microbatteri pericolosi e cellule morte. Per questo non bisogna esagerare con le lavande.
  • La vagina produce squalene, una sostanza oleosa spesso utilizzata in cosmesi e contenuta anche nel fegato degli squali.
  • I tacchi vanno evitati, perché la camminata ancheggiante ad essi dovuta potrebbe spostare l’utero.
  • I peli pubici cadono e si rigenerano ogni tre settimane.