Zack, il figlio di Robin Williams: “Mi manca tanto papà, lo penso ogni giorno”

In un’intervista a “People”, Zack, il figlio di Robin Williams racconta come scorre la sua vita dopo la morte del padre. Il giovane sente molto la sua mancanza e ha iniziato ad impegnarsi nel mondo del volontariato.

chiudi

Caricamento Player...

Sono passati 4 mesi dalla morte di Robin Williams, l’attore di fama mondiale morto impiccato. Nel corpo dell’attore erano state trovate tracce di antidepressivi, caffeina e levodopa, un farmaco usato per curare il morbo di Parkinson.

Una morte che aveva lasciato tutti senza parole e che aveva distrutto il figlio di Robin, Zack che, dopo mesi di silenzio, ha deciso di parlare di quel giorno.

Zack, 31 anni da poco compiuti, ha scelto le pagine della rivista People, per raccontare come scorre la sua vita dopo la perdita del padre:

“Mi manca continuamente, per me è sempre presente” ha detto il ragazzo ammettendo di ritrovarsi molto spesso a pensare a lui in semplici attività quotidiane: “Se penso qualcosa o guardo un film spesso mi dico: “Oh, lui l’avrebbe apprezzato” oppure “Lui avrebbe riso di questo”. Io e mi miei fratelli stiamo molto male e non c’è giorno in cui non pensiamo al nostro papà”.

L’attore Robin Williams si era sempre impegnato in opere benefiche e aveva trasmessop questo desideriodi aiutare il prossimo anche nei suoi figli, soprattutto in Zack:

“Occuparmi degli altri mi ha aiutato a reagire, a elaborare il lutto”. Zack infatti dopo la notizia della sua morte, ha iniziato a fare volontariato, prestando servizio in una prigione locale: un modi per affronatre meglio il dolore che lo ha colpito lo scorso agosto.

Ed intanto i fans di Robon Williams aspettano febbraio del 2015, quando uscirà il film che l’attore ha finito di girare poco rpima della sua morte:“Boulevard”. In questa pellicola Robin Williams attore interpreta Nolan Mack, un bancario che la vita porterà a confrontarsi con la sua omosessualità repressa tramite una vita come tante altre.