Whores of Yore: l’account Twitter che racconta il porno nei secoli

Sta facendo scalpore l’account Twitter Whores of Yore, che racconta la storia della prostituzione e del porno nel corso dei secoli, con foto e disegni erotici.

chiudi

Caricamento Player...

Il porno e la prostituzione non sono certo nati ieri, anzi, quello della prostituta è il mestiere più antico del mondo! Molte delle pratiche erotiche e delle perversioni che oggi destano scalpore, in realtà sono praticate fin dall’antichità.

È questo che dimostra l’account Twitter “Whores of Yore”, gestito dalla dottoressa Kate Lister, professoressa associata alla Leeds Trinity University, “neo-medievalista, vittorianista e storica delle puttane all’Università della Perversità”, come si definisce lei stessa. Approfondiamo!

L’account Twitter che racconta la storia del porno

porno d'epoca
FONTE FOTO: https://twitter.com/WhoresofYore

Nell’account Whores of Yore, la professoressa Lister pubblica disegni, stampe, fotografie e altri tipi di immagini erotiche, che raccontano la storia delle operatrici del sesso nel corso dei secoli, dall’antica Roma ad oggi.

Su Twitter non c’è censura, quindi è libera di postare ogni tipo di immagine porno, come quella dalla campagnola di Martin van Maële, che copre le parti intime per difendersi da oche con la testa a forma di pene. Ci sono poi miniature di donne medievali che raccolgono peni dagli alberi come se fossero frutti, fotografie di elaboratissimi ed elegantissimi dildo d’epoca e una copia dalla Petizione delle Prostitute nel 1668.

Non mancano miniature medievali che raffigurano scene sadomaso molto più spinte di quelle viste in “50 Sfumature”, foto segnaletiche di prostitute di inizio ‘900 e una copia della “Guida per brave mogli” del 1950, nella quale viene spiegato alle donne come far felici i propri mariti.

Non ci sono solo foto di donne nude, antenate delle nostre pornostar, ma anche foto di uomini nudi e ben dotati, in posa plastica oppure nel bel mezzo di un rapporto omosessuale. Lo scopo di questo account vietato ai minori? Semplice, secondo la professoressa: fare educazione sessuale.

FONTE FOTO: https://twitter.com/WhoresofYore