Vladimir Luxuria aggredita a Roma: colpevole la sua Battaglia contro la Droga

Nuova aggressione per l’ex parlamentare Vladimir Luxuria protagonista negli ultimi tempi di una battaglia contro lo spaccio di droga al Pigneto, il quartiere romano dove risiede ormai venti anni.

chiudi

Caricamento Player...

Per l’ex parlamentare Vladimir Luxuria è un periodo davvero difficile. L’altra sera è stata nuovamente minacciata e insultata perché nelle ultime settimane è diventata capofila della lotta degli abitanti della zona contro lo spaccio di droga. A raccontarlo, ancora scossa, la stessa Luxuria:

“Mi hanno bloccata in tre mentre rientravo a casa intorno alle 19. Poi si sono avvicinati gli altri, erano circa 15 persone credo tutti magrebini. Sono stata prima bersaglio di insulti omofobi, poi di minacce e alla fine mi hanno lanciato bustine di droga addosso dicendomi: se non vuoi vedere spacciatori cambia quartiere. Purtroppo sono stata individuata come simbolo di ribellione al degrado e così mi hanno voluto spaventare”.

Luxuria ricorda di aver cercato riparo nel portone del palazzo dove vive, nei pressi di via del Pigneto. Lì gli aggressori l’avrebbero anche spintonata e minacciata: “Se non la smetti ti sgozziamo, sappiamo dove abiti”. Nel frattempo è arrivata anche la polizia ma il gruppo di aggressori era scappato.

“Ho paura”, afferma ancora scossa Luxuria che racconta anche di un quartiere ormai cambiato: “Il Pigneto era un piccolo borgo felice, ma ora non è più così. È demoralizzante”. Cambiare casa? “Io amo la mia abitazione e non vorrei farlo – aggiunge – spero di non esservi obbligata e di sentirmi invece protetta dallo Stato. Comunque dovrò modificare la mia vita. Mi sono esposta, sanno dove abito e quindi dovrò stare più attenta. Il Pigneto era un angolo di paradiso, ma ora è vittima di una vera e propria occupazione del territorio da parte degli spacciatori con risse continue. Lo Stato deve fare qualcosa”.

Tra i vari attestati di solidarietà a Luxuria anche quello di Fabrizio Marrazzo, portavoce di Gay Center:

“Esprimiamo la nostra solidarietà e vicinanza a Vladimir Luxuria per l’aggressione di cui è stata vittima al Pigneto. Ci aspettiamo che a Luxuria arrivi la solidarietà di molti anche dalle istituzioni e dalla politica. Anche perché questa aggressione sembra dovuta per l’impegno di Vladimir Luxuria a favore della sicurezza e della legalità nel suo quartiere, cosa che le deve rendere merito.”

Emanuela Bertolone.

Guarda cosa accadde oggi.

[jwplayer player=”1″ mediaid=”21743″]