In provincia di Brescia, un piccolo paradiso nel Parco Alto del Garda bresciano

Visitare Tremosine sul Garda per riscoprire gli antichi sapori dei prodotti tradizionali dell’agricoltura bresciana. Olio extravergine, formaggi tradizionali e polenta nera.

Le antichissime origini del borgo

Il ritrovamento di alcuni reperti archeologici sembra dimostrare che l’origine del borgo più essere fissata all’età romana o addirittura etrusca. Tremosine è passato lungo l’intero arco della sua lunga storia da una dominazione all’altra. Conteso prima da Brescia e Trento, finisce tra il quindicesimo e il diciottesimo secolo sotto il controllo di Venezia. Nel 1815 viene annesso al Regno Lombardo Veneto e finisce poi per diventare parte del Regno di Sardegna. Dalla costituzione del Regno d’Italia in poi, Tremosine si trova sullo scomodo confine con l’Impero Austro – Ungarico.
Attualmente il comune di Tremosine, uno dei più vasti della provincia di Brescia, è composto da diciotto piccole frazioni sparse su un altopiano che guarda il Lago di Garda. Pieve è l’agglomerato urbano che costituisce il capoluogo delle frazioni.
L’aspro sentiero di montagna che per secoli e secoli ha collegato gli insediamenti sull’altopiano al porto sul Lago di Garda è stato l’unica via di comunicazione tra le due parti i Tremosine. E’ stato necessario attendere il 1913 perché qualcuno si prendesse la briga di costruire una strada più facilmente percorribile anche se incastonata nella roccia dell’altopiano e costruita a ridosso del letto del fiume Brasa.

Visitare Tremosine sul Garda e il Parco Alto

Tremosine fa parte del Parco Alto del Garda, che riunisce molti nuclei abitati disseminati tra incantevoli piccole valli, colline e vasti oliveti e collegati tra loro da antiche mulattiere che oggi sono stupendi percorsi per il trekking.
Le frazioni di Bassanega e Voltino più di altre hanno goduto della riconversione turistica che la zona ha conosciuto negli ultimi decenni. L’attività turistica infatti ha sostituito in gran parte la vocazione all’agricoltura e all’allevamento del territorio, attività tradizionali di Tremosine.
Nel Parco Alto le materie prime sono lavorate ancora alla maniera antica: la formaggella di Tremosine e il Garda sono due formaggi nati dalla lavorazione del latte appena munto. Le olive sono ancora spremute a freddo per ricavare l’olio extravergine di oliva. Per assaggiare la polenta preparata con farina nera e burro accompagnata da capretto o cacciagione basta visitare il borgo tra l’autunno e la primavera.

Fonte immagine di copertina: Wikipedia

ultimo aggiornamento: 12-05-2016


La collezione Max & Co Primavera Estate 2016

Come fare la ricotta