Visitare Neive

I quattro vini e il fascino di Neive, uno dei borghi più belli d’Italia

chiudi

Caricamento Player...

Visitare Neive, gioiello delle Langhe, è un’ottima occasione per conoscere i vini prodotti con le pregiate uve che si coltivano nei suoi dintorni e che costituiscono una voce importantissima dell’economia della zona.

Una bellezza che la storia ha lasciato intatta

Neive, che sorge nelle Langhe Occidentale in provincia di Cuneo e a poca distanza da Asti, è costituita di due zone. Una medievale, costruita su una piccola altura, e l’altra più recente che prende il nome di Neive Borgonuovo e si estende ai piedi del colle ospitando la maggior parte dei circa 3000 abitanti del borgo.
Questa divisione urbanistica ha fatto sì che la modernità della nuove costruzioni non contaminasse che in minima parte l’armonia originaria del borgo più antico dove, ormai quasi mille anni fa, prendevano dimora i proprietari terrieri e i signorotti del luogo. L’atmosfera del luogo, creata dalle suggestive e tortuose stradine acciottolate che disegnano cerchi intorno alla sommità del colle, coronata da una Torre dell’Orologio risalente al XIII secolo. La connotazione signorile del borgo rimane nell’antico soprannome del borgo che sopravvive ancora oggi: “pais di sgnuret”, cioè “paese dei signorotti”.

Visitare Neive e lasciandosi inebriare dai suoi Quattro Vini

La produzione dei famosi Quattro Vini delle Langhe (Barbaresco, Barbera, Moscato e Dolcetto, particolarmente apprezzati dalla sensibilità del palato femminile) mette le cantine di questo borgo tra le più rinomate d’Italia, famose non soltanto per i vini appena elencati ma anche per le grappe che vi sono distillate. Da conoscere assolutamente sono le grappe prodotte nell’antica distilleria di Romano Levi, grappaiolo eccentrico che dipinse per molti anni le etichette delle proprie bottiglie, la più famosa delle quali è dedicata alla “donna selvatica” a metà tra una strega e una fata, che popolava le fantasie del giovane Romano.
Per le sue caratteristiche topografiche e per la ricchezza enogastronomica del suo territorio, Neive è entrata a buon diritto nell’elenco dei “Borghi più Belli d’Italia”, club che riunisce piccoli paesi italiani le cui bellezze paesaggistiche e architettoniche sono certificate dalla Sovrintendenza delle Belle Arti.

Fonte immagine di copertina: Comune di Neive