Visitare il Battistero di San Giovanni e la Pieve di San Lorenzo

Il Battistero di San Giovanni e la Pieve di San Lorenzo, luoghi di immensa bellezza nel Canavese. Ecco come visitare questi beni promossi dai volontari del FAI nel 2016.   

chiudi

Caricamento Player...

Il battistero di San Giovanni e la Pieve di San Lorenzo sono una testimonianza di architettura pre-romanica risalente alla metà del IX secolo. Scopriamo di più su questi straordinari edifici situati a confine con la Valle D’Aosta.

Il battistero

Il Battistero di San Giovanni e la Pieve di San Lorenzo costituiscono uno degli esempi più integri di architettura pre-romanica, non avendo subito modifiche nel corso dei secoli. Il Battistero ha una pianta ottagonale, con nicchie interne ricavate nello spessore delle murature. Inizialmente era staccato dalla Pieve di San Lorenzo e venne collegato ad essa in una fase successiva, tramite un corridoio di raccordo. L’altare di quest’ultima possiede decorazioni risalenti al XVII secolo e affreschi che sono stati fatti durante un ampio lasso di tempo (dalla metà del XIII secolo alla fine del XV secolo).

Come arrivare

Il battistero di San Giovanni e la Pieve di San Lorenzo si trovano a Piazzale Conte Rinaldo, Settimo Vittone (TO). Le indicazioni per raggiungerlo in macchina sono reperibili all’interno del sito dell’Associazione Turistica Pro Loco di Settimo Vittone cliccando qui.

Informazioni e orari

Il battistero di San Giovanni e la Pieve di San Lorenzo osservano i seguenti orari: dal 20 marzo al 30 settembre sono aperti ogni domenica dalle 15 alle 18. C’è la possibilità di effettuare visite in altri giorni soltanto per gruppi di minimo 10 persone. Bisogna prenotare con almeno un paio di giorni di anticipo.

Per contattare la struttura è necessario rivolgersi alla Delegazione di Ivrea e Canavese (Cell. 3285366477) o all’Associazione Turistica Pro Loco di Settimo Vittone (Cell. 349 5591345) Per ulteriori informazioni visitare il sito http://www.visitfai.it/battisterosangiovanni/.

Fonte immagine di copertina: Turismotorino.org