Dopo la smentita della presunta gravidanza, Vera Miales torna a far parlare di sé attaccando Manila Nazzaro e Guenda Goria, la figlia del suo fidanzato Amedeo.

L’incursione di Vera Miales nella Casa più spiata d’Italia ha sollevato un vero e proprio polverone: in molti, infatti, hanno criticato l’atteggiamento dell’influencer che aveva attirato su di sé l’attenzione fingendo di essere incinta di Amedeo Goria, solo per poi smentire la notizia dopo il suo intervento in trasmissione. Tra le più critiche sicuramente ci sono Manila Nazzaro, altra concorrente del GF Vip, e Guenda Goria, figlia di Amedeo.

La prima, più particolarmente, ha liquidato la questione dicendo che la Miales voleva semplicemente farsi pubblicità, mentre la Goria ha assunto un atteggiamento più duro, condannando la spettacolarizzazione della presunta gravidanza, e l’assoluta mancanza di rispetto verso tutte quelle donne che vorrebbero rimanere incinte senza tuttavia riuscirsi. Ebbene, Vera Miales ha voluto rispondere alle critiche di entrambe attraverso alcune storie pubblicate sul suo profilo Instagram.

“Cara Manila” scrive l’influencer “non continuare a giudicarmi se non conosci i fatti e non sai quello che ho passato. Non sei né un giudice né un avvocato! Trova altri argomenti per attirare l’attenzione! Ma chi sei tu per dare responsi e dire che la mia in quelle foto era una pancia di tre mesi o due o sei? O, addirittura, era finta? Io ho avuto una gravidanza psicotica perché ho subito un forte trauma quest’estate proprio durante una vacanza con Amedeo. Lui ne è testimone! Sei una donna, sii solidale con le altre donne invece di sollevare dubbi infondati su un tema così importante!”

Successivamente, attacca Guenda senza però citarla direttamente: “Ma quale spettacolarizzazione? Ma ce l’avete un cervello? Smettetela di essere banali, moralisti e finti perbenisti! Ritornate sulla Terra!”

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 14-10-2021


GF Vip, Giucas Casella racconta come sono nati i suoi poteri

Zendaya, la storia con Tom Holland è ufficiale