Le vene varicose sono un problema frequente che si manifesta seguendo una certa predisposizione e colpisce soprattutto le donne.

Le vene varicose, chiamate anche varici, sono un disturbo che si presenta soprattutto a carico delle gambe e dei piedi. Queste vene assumono un aspetto caratteristico divenendo molto evidenti a occhio nudo perché si dilatano e assumono un colore acceso, blu o viola scuro. Vediamo quali sono le cause alla base di questo disturbo e quali sono i sintomi associati.

Cosa sono le varici e quali sono i disturbi associati?

Si parla di vena varicosa quando il vaso sanguigno diventa tortuoso e si dilata più del dovuto. Le varici sono caratterizzate da un colore che le rende evidenti (blu scuro o violaceo) e in alcuni casi può capitare anche di ritrovarsi con vene sporgenti e percepibili al tatto. Ci sono diversi disturbi che possono essere associati a questo problema, anche se non sempre si manifestano.

donna gambe
donna gambe

Tra i fastidi possibili c’è la sensazione di pesantezza delle gambe unita al gonfiore e il prurito nella zona della vena. In alcuni casi i disturbi si accentuano in particolari situazioni, per esempio possono verificarsi crampi durante le ore notturne, oppure il dolore può aumentare dopo aver mantenuto a lungo la stessa posizione (in piedi o seduti). Anche la stagione calda può aggravare i sintomi, passiamo a vedere quali sono le cause del disturbo. In presenza di vene varicose è importante consultare il proprio medico per evitare conseguenze come la flebite.

Vene varicose: le cause

Le varici compaiono soprattutto alle gambe per un motivo fisiologico. Il sangue all’interno delle vene deve essere costantemente spinto di nuovo in direzione del cuore. Questo fa sì che la circolazione negli arti inferiori debba andare in direzione contraria rispetto alla forza di gravità. Per assicurare che questo meccanismo funzioni a dovere i vasi devono essere abbastanza elastici, ma quando qualcosa non va si possono creare dei veri e propri ristagni ed è proprio così che si hanno le varici.

Tra i fattori che possono influenzare la comparsa di queste vene ci sono sia abitudini scorrette come un’eccessiva sedentarietà o anche trascorrere parecchie ore in pedi durante la giornata. Il disturbo ha anche una certa familiarità e, inoltre, vi è una maggiore predisposizione in funzione del sesso (maggiore nelle donne), dell’età e del peso, il disturbo infatti è più frequente nei casi di sovrappeso o obesità.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 24-12-2021


Sindrome di Tourette, cos’è: come si manifesta e qual è la cura

Come si riconosce uno shock anafilattico?