L’intero mondo della moda ma anche i marchi fashion made in Ucraina sono vicini alla popolazione, invitando sui social e sostenere l’Ucraina.

Inquietudine, tristezza e amarezza sono stati d’animo ricorrenti che ci accomunano in questi giorni: c’è sgomento dinanzi ad un evento tragico che per il mondo della moda è arrivato proprio nel pieno della settimana della moda. Ma la grande macchina del fashion che va vista nella sua complessa struttura partecipe delle dinamiche dell’economia mondiale, anche in questa occasione fa sentire il suo peso e contributo. Tanti i brand internazionali che hanno dedicato sfilate, donato per sostenere il popolo ucraino, così come anche i fashion brand dell’Ucraina più famosi incentivano le popolazioni del mondo a sostenere il proprio paese.

La moda in Ucraina, i fashion brand più famosi: Bevza, Frolov, Anna October

Minimal dall’appeal internazionale, sostenibili e inclusivi, molti sfilano anche sulle passerelle internazionali, ecco alcuni caratteri che delineano i brand della moda più amati e ricercati made in Ucraina. Da scoprire, se ancora non l’avete fatto.

– Il nome di Bevza probabilmente è tra i più noti nel fashion system internazionali, da poco infatti ha presentato la sua prossima collezione invernale alla New York Fashion Week 2022. A capo del brand c’è la designer Svetlana Bevza, attualmente rimasta in Ucraina proprio a Kiev, fortemente legata alla cultura e alla tradizione del suo paese. La sua è una collezione classica, essenziale ma molto attenta alla sostenibilità: capi e accessori sono realizzati prevalentemente con tessuti riciclati deadstock.

Frolov è un brand decisamente innovativo in Ucraina, che ha attirato l’attenzione anche di star internazionali come Gwen Stefani e Rita Ora, uno stile che mescola capi iconici come crinoline e corsetti con capi Sportswear. Il marchio rappresenta l’inclusività, con le sue tre collezioni principali Couture-to-Wear, la Frolov Bridal e Stud, linea gender fluid. L’attività social del marchio da due settimane è completamente incentrata sulla resistenza ucraina.

– Un impegno sui social comune anche ad Anna October, brand nato ad Odessa nel 2010 che predilige l’utilizzo di tessuti sostenibili per realizzare collezioni moderne ma che si avvalgono di tecniche di lavorazione che richiamano la tradizione. La maglieria soffice è infatti uno dei punti di forza del brand.

Condivisione di siti ed iniziative benefiche: come i fashion brand ucraini sostengono il loro paese

A partire proprio da Anna October, i fashion brand ucraini hanno iniziato ad orientare la loro attività social per condividere informazioni sulla guerra in Ucraina, sostenere gli uomini che lottano al fronte, incitare alla pace e chiedere aiuto. Anna October ha per esempio condiviso sui social il sito di una piattaforma informativa di crowdsourching, che offre la possibilità a tutto il mondo di essere vicino al popolo ucraino partecipando a diverse iniziative benefiche.

– Frolov ha indicato in un post dedicato tutto quello che si può fare per fermare la guerra in Ucraina, rivolgendosi non solo ai connazionali ma ai cittadini di tutto il mondo: diffondere notizie e informazioni solo ufficiali e donare ad organizzazioni no-profit impegnate in prima linea, sono solo alcune delle azioni a cui incita il brand per sostenere l’Ucraina.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 14-03-2022


Damigelle d’inverno in total black: la collezione di YSL alla Paris Fashion Week 2022

Ode alla femminilità, giovane, saggia e forte: la sfilata Miu Miu della collezione autunno/inverno 2022-2023