Coprire le cicatrici con i tatuaggi: ecco la nuova moda dell’estate 2020 per nascondere le imperfezioni sul proprio corpo quando si è in spiaggia con il costume.

C’è una nuova tendenza nel mondo dei tatuaggi nell’estate 2020: quella di utilizzarli per coprire cicatrici e imperfezioni della pelle. Sono tante infatti le persone che provano disagio nel mostrare inestetismi, cicatrici e ustioni sul proprio corpo, specialmente in spiaggia, quando c’è una maggiore esposizione. Per risolvere questo problema, sono sempre più coloro che si affidano ai tatuaggi per trasformare i punti di debolezza in veri e propri punti di forza.

Tatuaggi per coprire le cicatrici: la tendenza dell’estate

A riferirlo è Marco Manzo, campione internazionale di tatuaggio ornamentale specializzato, nonché docente alla Regione Lazio. Intervistato dall’Ansa, ha raccontato questa nuova tendenza che ha preso piede nella calda estate 2020.

Tatuaggi per donna
Tatuaggi per donna

Spiega Manzo: “Ho molte clienti che dopo l’esecuzione di una copertura di questo genere mi scrivono e mi mandano foto finalmente indossando un abito scollato, un costume non più intero, ringraziandomi e dicendomi che si sentono più sicure“. Una grande soddisfazione per un professionista, adesso in grado di migliorare la vita delle persone anche nel concreto, trasformando i difetti estetici in pregi.

Di seguito il post di un tatuaggio del maestro Manzo:

Tatuaggi: consigli per l’estate

Nel corso della stessa intervista, Manzo ha comunque sottolineato che è fondamentale, sia in estate che nelle altre stagioni, rivolgersi ad operatori autorizzati per tatuarsi, specialmente quando si tratta di tatuaggi per coprire cicatrici, una pratica in cui non tutti sono ancora specializzati.

Ma è possibile andare al mare e farsi il bagno dopo che ci si è tatuati? La risposta è , anche se nel primo mese bisogna prestare molta attenzione. Dopo essersi tatuati è infatti importante non esporsi al sole né immergersi in acqua per almeno 10 giorni (tempo che si può allungare se la mano del tatuatore è meno esperta, o se il tattoo è in zone più esposte come le caviglie, i piedi e quelle lontane dal cuore). Al termine dei dieci giorni è necessario comunque utilizzare uno stick (o altri metodi di protezione contro i raggi del sole) per almeno altri 20 giorni. Insomma, come sempre è importante mostrare cautela e prevenire possibili problemi.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
tatuaggi

ultimo aggiornamento: 07-08-2020


Tutto sulle stelle cadenti: ecco quando è più facile vederle

La Rai cambia il palinsesto per Enzo Biagi: il ricordo nel centenario della nascita