Come si può iniziare lo svezzamento con la frutta? Scopriamo qual è l’età migliore per iniziare e da quale frutta si può partire.

Vediamo come iniziare lo svezzamento con la frutta, tra i primi alimenti che possono essere introdotti per iniziare l’alimentazione solida c’è senz’altro la frutta. Ma come capire quando è ora di iniziare lo svezzamento? Non tutti i bimbi sono uguali, per cui bisognerà valutare alcuni segnali importanti come la capacità di stare seduto senza sostegno e anche la curiosità stessa verso il cibo. Non bisogna correre troppo e voler iniziare subito a far conoscere al bimbo il mondo dei cibi solidi, sarà lui stesso a mostrare interesse quando sarà arrivato il momento giusto. Vediamo alcune indicazioni generali in base alle raccomandazioni delle associazioni pediatriche e dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Frutta a 4 mesi: si o no?

Iniziare lo svezzamento a 4 mesi con la frutta è possibile, secondo le raccomandazioni dell’American Academy of Pediatrics gli alimenti complementari possono essere introdotti dopo che il bimbo ha compiuto almeno quattro mesi. In ogni caso, però, è bene ricordare che sia l’associazione pediatrica che l’OMS stessa raccomandano di proseguire con l’allattamento al seno anche dopo i sei mesi.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Bambino mangia pappa
Bambino mangia pappa

Sebbene non ci sia, quindi, un momento ben definito in cui iniziare lo svezzamento, si può considerare una finestra di due mesi come periodo più indicato. L’introduzione dei cibi solidi, in genere, non deve avvenire prima dei quattro mesi di vita, né dopo i sei mesi. In questo lasso di tempo si dovrà individuare il momento ideale per iniziare con lo svezzamento in base alla crescita del bambino.

Frutta al neonato: come iniziare lo svezzamento

Lo svezzamento si può iniziare facendo approcciare il neonato ai primi alimenti, specie la frutta. Si può utilizzare quella fresca di stagione che può essere proposta grattugiandola, cuocendola o attraverso gli omogeneizzati. La frutta, proposta al piccolo con il cucchiaino, è il primo approccio per aiutare il bimbo a familiarizzare con i cibi solidi.

Per iniziare si può partire da mela, pera e prugna, grattugiate o cotte, anche gli omogeneizzati di frutta già pronti possono essere utilizzati. È bene ricordare che nelle prime fasi dello svezzamento e finché il bimbo non sarà cresciuto andranno evitate aggiunte sia di zucchero che di sale nelle preparazioni. Gradualmente si potrà poi introdurre la banana schiacciata, dal quinto o sesto mese in avanti.


Cosa succede nel ciclo ovarico? E in quello mestruale?

Da cosa dipende la pelle secca in gravidanza e come contrastarla