La sudorazione eccessiva può essere molto comune, anche perché le cause non sono solo le temperature elevate. Ecco tutto quello che c’è da sapere!

Quando il caldo si fa sentire, la sudorazione gioca un ruolo fondamentale nel benessere di ciascuno di noi. Infatti, quando le temperature sono elevate si tende a sudare di più, mentre in inverno perde di intensità. Ci sono casi, però, per cui la sudorazione eccessiva è un problema, perché essa è maggiore rispetto alla norma. In questo caso si parla di iperidrosi. È un disturbo che può portare molto imbarazzo per chi ne soffre e portare a compromettere le relazioni sociali. Ecco quello che c’è da sapere: le cause e come fare per rimediare.

Cos’è l’iperidrosi o sudorazione eccessiva

Quando si parla di iperidrosi o sudorazione eccessiva? In particolare quando si suda più della norma. Per capirlo basta pensare che ognuno di noi espelle dal proprio corpo una quantità pari a mezzo litro di sudore (con macchie sempre in agguato sui capi) al giorno. La sudorazione è un fenomeno fisiologico, che quando le temperature si alzano può essere si può arrivare anche a 2 litri di liquidi espulsi dal corpo all’ora.

Ovviamente se la sudorazione si manifesta in momenti poco appropriati esso può compromettere le relazioni sociali, ma quando c’è l’iperidrosi il problema può essere generalizzato (o anche solo in specifiche parti del corpo).

Macchie di sudore
Macchie di sudore

L’iperidrosi può essere di due tipi: essenziale, che colpisce senza cause particolari, e inizia fin dalla giovane età. Questo disturbo può essere legato alla familiarità. C’è poi anche l’eccessiva sudorazione delle mani (o di zone specifiche del corpo, come le ascelle), che è la più fastidiosa in assoluto, che può portare da una leggerà umidità fino a cospicua perdita di liquidi. Il secondo tipo di iperidrosi si dice secondaria, ovvero che si manifesta associato a un’altra patologia nota come ipertiroidismo, o anche per l’obesità, per la menopausa, per le malattie psichiatriche e anche altre.

Sudorazione eccessiva: le cause possibili

Quali sono le cause dell’ipersudorazione? Innanzitutto, come già detto, bisogna distinguere due tipi di iperidrosi: primaria (o essenziale) e secondaria. Per quanto riguarda il primo caso, non ci sono cause apparenti, e quindi essa può essere ereditaria. Invece per la secondaria, le cause possibili possono essere alcune patologie, come l’ipertiroidismo, o di altri problemi legati all’apparato endocrino.

Se si ha una sudorazione eccessiva generalizzata (che si manifesta su tutto il corpo) allora le cause possono essere relative a patologie dell’apparato endocrino. Invece se la sudorazione è localizzata, nelle mani, nelle ascelle, nelle piante dei piedi, allora il problema può essere legato al nostro stato emotivo, che corrisponde nella maggioranza dei casi allo stress e all’irritabilità del nostro stato. Altre cause sono: malattie psichiatriche, obesità, menopausa e terapie ormonali per neoplasia.

Macchie sulle ascelle
Macchie sulle ascelle

I rimedi da adottare contro l’iperidrosi

Per quanto riguarda invece i rimedi contro la sudorazione eccessiva, si può innanzitutto pensare a come vestirsi per evitare imbarazzo quando succede. Bisogna evitare indumenti troppo aderenti e composti da fibre sintetiche. Si possono utilizzare dei deodoranti specifici, di lunga durata.

Inoltre, per la sudorazione eccessiva alle mani si può optare per la ionoferesi, un trattamento che si può fare anche a casa dove si fa passare corrente a bassa intensità sulla cute. Altri rimedi, più invasivi, sono il botulino e la chirurgia. Prima di fare qualsiasi cosa, però, è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di fiducia o a uno specialista.


Vitamina D negli alimenti? Ecco i cibi che ne sono più ricchi

Sensibilità al glutine: i sintomi, la definizione e le differenze con altre patologie