Stefano D’Orazio aveva 72 anni, da una settimana era ricoverato in ospedale. E’ stato lo storico batterista dei Pooh.

La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno la sera di venerdì 6 novembre 2020: Stefano D’Orazio è morto. Lo storico batterista dei Pooh aveva 72 anni e da una settimana si trovava ricoverato in ospedale di Roma a causa del Covid. “Abbiamo perso un fratello, un compagno di vita, il testimone di tanti momenti importanti, ma soprattutto, tutti noi, abbiamo perso una persona per bene, onesta prima di tutto con se stessa. Preghiamo per lui. Ciao Stefano, nostro amico per sempre…Roby, Dodi, Red, Riccardo” hanno scritto sulla pagina Facebook ufficiale dei Pooh i suoi amici e compagni di band.

Stefano D’Orazio, dalla moglie ai colleghi: i messaggi

“Ho perso una parte di me stessa, Stefano era la mia forza, il mio sorriso, mi mancherà tutto di lui” ha dichiarato Tiziana Giardoni, la moglie di Stefano D’Orazio. I due si erano sposati tre anni fa, nel 2017, ma la loro relazione durava da molto tempo.

STEFANO D'ORAZIO
STEFANO D’ORAZIO

Tra coloro che hanno voluto il batterista, ma anche composito di alcuni celebri brani dei Pooh, ci sono anche colleghi come Enrico Ruggeri che su Twitter lo ha definito: “Una persona per bene, sempre sorridente, piena di energia positiva. Una preghiera per lui e un abbraccio ai suoi fratelli di sempre”.

A dare la notizia della morte di Stefano D’Orazio era stato invece il suo amico Bobo Craxi, sempre con un messaggio su Twitter.

Stefano D’Orazio e i Pooh

Stefano D’Orazio si è unito ai Pooh agli inizi degli anni ’70 (dopo che aveva già suonato per gruppi come I Naufraghi e Il Punto) sostituendo Valerio Negrini, che aveva lasciato il ruolo di batterista ma era comunque rimasto legato alla band come batterista.

Insieme a Roby Facchinetti, Dodi Battaglia e Red Canzian ha portato i Pooh ha ottenere un successo enorme dagli anni ’70 fino a oggi, facendo diventare il gruppo uno dei più amati e ascoltati d’Italia. Stefano D’Orazio è stato anche autore di diversi brani, tra i quali Rinascerò, rinascerai, canzone cantata da Facchinetti dedicata alla città di Bergamo dopo che è stata fortemente colpita dal Coronavirus.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Paura per Carlo Conti: il conduttore è ricoverato in ospedale

Asia Argento completamente nuda sui social: lo scatto fa impazzire i fan