Che cos’è la sindrome dell’impostore? Disturbo psicologico, si manifesta con sintomi abbastanza chiari: vediamo quali sono e qual è la cura.

La sindrome dell’impostore, anche se non rientra in alcuna classificazione diagnostica in psichiatria, è un disturbo psicologico a tutti gli effetti. Scoperto sul finire degli anni Settanta, presenta sintomi comuni, che vivono soprattutto persone che non hanno una grande autostima di sé. Vediamo come si manifesta e qual è la cura.

Sindrome dell’impostore: cos’è?

Sul finire del 1970, le psicologhe Pauline Clance e Suzanne Imes hanno individuato un disturbo della psiche che hanno definito sindrome dell’impostore. In un primo momento, sembrava che il fenomeno colpisse soprattutto donne di successo, mentre ad oggi è stato appurato che può interessare chiunque, a prescindere dal sesso. Resta comune, però, che tutti i soggetti interessati rivestono posizioni sociali e lavorative di un certo calibro, come Chiara Ferragni che proprio recentemente ha ammesso di soffrirne. Le persone che manifestano la problematica psicologica in oggetto sono convinte di non meritare il successo che ottengono e vivono con la paura costante di essere smascherate.

Coloro che soffrono della sindrome dell’impostore tendono a sottostimare le proprie capacità, motivo per cui credono di aver raggiunto un traguardo soltanto per fattori esterni. Dal semplice colpo di fortuna all’incapacità degli altri di giudicare le abilità della persona: il successo non è mai da ricollegare a se stessi, ma solo agli altri oppure al fato. Un altro elemento comune tra coloro che sperimentano questa sindrome è la mancanza o bassi livelli di autostima.

Vivere con la sensazione perenne di ingannare qualcuno: la cura c’è

La sindrome dell’impostore obbliga coloro che la vivono a vedersi perennemente in pericolo perché stanno soltanto ingannando gli altri e prima o poi verranno scoperti. Questa sensazione, decisamente catastrofica, genera ansia e, in alcuni casi, depressione. Come se non bastasse, il soggetto interessato arriva a mettere in atto veri e propri evitamenti per evitare di essere smascherato. Rimuginio, ruminazione, angoscia, frustrazione, paura e bisogno di perfezionismo completano il quadro ‘clinico’. Davanti ad una situazione del genere, l’unica cura è un percorso di psicoterapia cognitivo comportamentale.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 26-05-2022


Belly slot: come ottenere un addome da copertina (come Emily Ratajkowsky)

Sindrome di Cushing: sintomi e cura della malattia che colpisce anche i cani