Silvio Berlusconi ricoverato in ospedale: paura per l’ex Premier

L’ex premier Silvio Berlusconi è stato ricoverato al San Raffaele di Milano per accertamenti cardiaci: “E’ stato un po’ di stress”, dice il medico Zangrillo

chiudi

Caricamento Player...

Il primario di Anestesia e rianimazione Alberto Zangrillo ha in cura l’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. L’ottantenne è stato ricoverato in ospedale per degli esami cardiaci volti a valutare il battito del cuore, che negli ultimi giorni è stato irregolare. “È stato un po’ di stress causato dal coinvolgimento psicofisico degli ultimi 15 giorni“, ha spiegato Zangrillo. Una volta terminati i controlli, infatti l’ex Premier ha potuto lasciare l’ospedale in libertà.

Silvio Berlusconi è stato molto impegnato con la campagna refendaria

Un breve ricovero in day hospital, necessario per chi, come Berlusconi è portatore di pacemaker – dal 2006 – ed è stato sottoposto ad una delicata operazione a cuore aperto, per la sostituzione della valvola aortica.

“Siamo di fronte a un macchina di Formula 1: straordinaria, ma che ha bisogno di essere controllata. In questo caso, stiamo facendo un piccolo check ai box, ha aggiunto Zangrillo.

L’ex premier è da poco diventato nonno

Barbara Berlusconi, la figlia avuta con Veronica Lario a metà novembre ha dato alla luce il suo terzo figlio – dopo i due avuti con Giorgio Valaguzza. Il papà, nonchè compagno dell’AD del Milan è l’imprenditore Lorenzo Guerrieri.

Tutti pronti per l’arrivo del nuovo nipotino di Silvio Berlusconi. Sarà il nono della nidiata. Ci ha pensato Barbara Berlusconi che a giorni partorirà un altro maschietto. Da tempo la ragazza sta cercando di riallacciare i rapporti con il padre e si vuole giocare la carta parto per intenerire il vecchio leader di famiglia che ultimamente l’ha messa nel congelatore…

Pare addirittura che pure Lady Barbara stia seriamente pensando al matrimonio. Lorenzo Guerrieri, padre del suo bimbo, l’ha veramente presa. In quel di Macherio tutti lo chiamano: il gentil consorte. Lei lo pilota a dovere e così l’equilibrio di coppia è saldo”, ci faceva sapere Dagospia meno di un mese fa.