Si apre nel segno delle donne la 68esima edizione del Festival di Cannes

Al via la 68esima edizione del Festival di Cannes che quest’anno avrà le donne come cardine principale. Il Festival si concluderà il prossimo 24 maggio.

chiudi

Caricamento Player...

Un’annata che si apre nel segno delle donne quella del Festival di Cannes 2015. La Giuria è presieduta dai fratelli Joel e Ethan Coen, ma affiancati da Rossy de Palma, Sophie Marceau, oltre a Sienna Miller, Rokia Traoré e Guillermo del Toro.

Donne in prima fila nell’edizione numero 68 del Festival di Cannes: fra i film indiziati di vittoria con “La Tete Haute”, il film della regista Emmanuelle Bercot con protagonista Catherine Deneuve, e “Mad Max: Fury Road”, con Charlize Theron.

Ad aprire le danze ieri è stato La tête haute di Emmanuelle Bercot, pellicola impeccabilmente impegnata e repubblicana, con il giudice Catherine Deneuve che salva il ragazzino sbandato educandolo ai valori della République.

Un edizione, quella del Festival di Cannes 2015 in cui non mancano le polemiche. Sono in molti a chiedersi se Cannes non stia diventando troppo frivola, commerciale, glamour e hollywoodiana.

E’ il giornale Libération a chiedersi se:

«Il Festival di Cannes si trasforma nella festa del cinema globalizzato»

Ed infatti, agli abituali «partner» tipo la potentissima holding della bellezza L’Oréal o il gioielliere Chopard che realizza la Palma d’oro, quest’anno si è aggiunto il gruppo Kering, la multinazionale del lusso guidata da Pinault junior, François-Henri (per chi no lo sapesse si tratta del marito di Salma Hayek).

Quanto monsieur Pinault abbia investito per questa edizione del Festival di Cannes non si sa; il suo ufficio stampa parla di «un ammontare conseguente e significativo» e, visto che il gruppo fattura una decina di miliardi di euro, si presuppone si tratti davvero di una cifra da capogiro.