Sfida delle mamme, scatta il rischio pedofilia su Facebook

Il gioco in stile catena di Sant’Antonio, la Sfida delle mamme, è a rischio pedofilia: l’allarme lanciato dalla Polizia Postale di Macerata

chiudi

Caricamento Player...

Da qualche giorno su Facebook sta girando una sorta di catena di Sant’Antonio dal nome la Sfida delle mamme, che consiste nel taggarsi tra mamme e pubblicare alcune foto dei propri bambini con l’idea di essere grate di essere mamme. “Sfida delle mamme. Sono stata nominata da NOME per postare 3 foto che mi rendano felice di essere mamma. Scelgo alcune delle donne che ritengo siano grandi madri: se sei una madre che ho scelto, copia questo testo inserisci le tue foto e scegli le grandi madri”. Questo messaggio ha presto fatto il giro d’Italia finchè, secondo quanto riporta picchionews.it, sarebbe stato intercettato dalla Polizia Postale di Macerata che avrebbe messo in guardia tutte le mamme su un possibile rischio pedofilia dietro questo fenomeno web.

I consigli della Polizia Postale

Così la Polizia Postale, tramite la pagina Facebook Una vita da social, gestita dalla Postale stessa, ha dato un consiglio spassionato alle mamme, cercando di evitare di pubblicare foto dei loro bambini sui social:

“Mamme tornate in voi. Se i vostri figli sono la cosa più cara al mondo non divulgate le loro foto in Internet. O quantomeno, abbiate un  minimo di rispetto per il loro diritto di scegliere, quando saranno maggiorenni, quale parte della propria vita privata condividere”

La Polizia Postale ha anche ricordato che più della metà delle foto contenute nei siti di pedo-pornografia, spesso sono foto provenienti dai profili social dei genitori stessi, inconsapevoli del pericolo.

Nonostante ciò, pare che alcune mamme non abbiano gradito l’avviso della Polizia Postale e abbiano scatenato una polemica rivendicando il loro diritto di scegliere se pubblicare o meno fotografie dei propri bambini.

La Polizia Postale avrebbe risposto facendo sapere che il loro dovere è quello di mettere in guardia le mamme, che però restano liberissime di aderire a catene come la Sfida della mamme.

sfida delle mamme
Fonte: Facebook