Polemica e critica a distanza tra Selvaggia Lucarelli e Chiara Ferragni: tutta colpa di un video social con il piccolo Leone.

Selvaggia Lucarelli attacca, ancora una volta, Chiara Ferragni. In questo caso, però, il tema è davvero molto delicato e riguarda anche il figlio dell’imprenditrice digitale, Leone. Nelle scorse ore, la moglie di Fedez aveva condiviso sui social un filmato relativo ad alcune esternazioni del piccolo maschietto nei suoi confronti. Parole dolcissime ma che erano state “catturate” attraverso le telecamere di sicurezza di casa Ferragnez. Un qualcosa che ha portato alla luce il problema dell’uso dei bambini sui social.

Selvaggia Lucarelli e l’attacco a Chiara Ferragni

Selvaggia Lucarelli
Selvaggia Lucarelli

Sebbene Chiara Ferragni si fosse detta orgogliosa del suo Leone e di quelle parole davvero dolcissime per lei, la questione è diventata ben più grave dopo la sottolineatura di Selvaggia Lucarelli.

La nota opinionista tv e giornalista ha voluto prendere spunto proprio dalle immagini dell’imprenditrice digitale per dire la sua con tanto di attacco e accuse non proprio indirette.

“In questi giorni si sta parlando molto di questo video che Chiara Ferragni ha postato sulla sua pagina, proprio mentre si stava affrontando una discussione molto seria sull’utilizzo dei bambini sui social (sulla mia pagina e non solo). Il video consiste in una ripresa delle telecamere di sicurezza nella camera di suo figlio Leone. Il bambino dice cose tenere, lei sembra felice di quel momento di intimità. Invece, come ha detto qualcuno, quel momento stava per diventare uno spezzone di Paranormal activity, sebbene in quella famiglia una cosa del genere sia normal activity”, ha esordito la Lucarelli.

“Perché, forse sorpresa dalla tenerezza di quelle parole dette senza che ci fosse un telefono a registrarle, la Ferragni deve aver pensato che fosse davvero un peccato aver perso quel CONTENUTO. Allora che fa? Attenzione perché come per la registrazione della seduta dallo psicologo del marito qui c’è un lavoro non indifferente dietro. Va a recuperare le registrazioni, le scarica, taglia il pezzo e lo carica sui social, perché tutti sappiano cosa le ha detto il figlio nel buio della sua cameretta. Vuole l’approvazione nell’approvazione, il figlio che le dica che è una buona madre e che tutti sentano così diranno che il figlio-dice-che-è una buona madre. Il figlio che diventa strumento di meta-consenso”.

“Ecco, mi ha stupito l’indignazione generale perché non mi sembra niente di così tanto diverso da quello che i Ferragnez fanno costantemente dei figli, sempre spiati da telefoni, telecamere di serie tv, social, telecamere di sorveglianza, trasformati in personaggi prima che possano decidere se tutto questo lo vogliano, se gli piaccia o se preferiscano vivere il più defilati possibile. Questo mondo distopico in cui madre, le tre figlie, marito, i nipoti, tutti sono sempre lì, 24 ore su 24, credo abbia seriamente fatto perdere lucidità. Questo sovrapporsi continuo di adv, bambini, bambina in ospedale, adv, bambino ripreso dalle telecamere di sorveglianza, adv è sempre più disturbante. Ed è ancora più disturbante che milioni di persone assistano senza pensarci su. E senza sentirsi un po’ a disagio nello spiare ogni giorno dei bambini che non sanno quanti adulti ci sono nel buio della cameretta”.

Di seguito il post Instagram della Lucarelli:

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG


Natasha Stefanenko: “Vivevo in una città fantasma. Mia bellezza è stata una sofferenza”

Tiziano Ferro e i suoi figli: “Ho fatto una scelta che ferisce e che fa soffrire”