La scelta del Partner? Dipende dal DNA

Uno studio effettuato della University of Colorado Boulder pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences ha dimostrato che tendiamo a sposare persone con un DNA simile al nostro.

chiudi

Caricamento Player...

Per molti versi già sapevamo che si tende a cercare un compagno che abbia caratteristiche simili alle nostre , ma un nuovo studio va oltre questi possibili canoni, suggerendo che tendiamo a scegliere l’altra persona che abbia un DNA simile al nostro.

La ricerca è stata svolta dai ricercatori dell’Università del Colorato Boulder: le somiglianze possono interessare l’intero genoma, e non solo quelle caratteristiche genetiche evidenti come la razza o il tipo di conformazione corporea. Per cui il compagno scelto potrebbe avere molte più caratteristiche simili a noi di quanto non possiamo pensare, o abbiamo ricercato consapevolmente: il segreto è nel DNA.

Per questo studio, pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences, Domingue e colleghi, tra cui il prof. Jason Boardman, hanno utilizzato i dati genomici raccolti dall’Health and Retirement Study, sostenuto dal National Institute on Aging.

La scelta del Partner? Dipende dal DNA
La scelta del Partner? Dipende dal DNA

I ricercatori hanno esaminato il genoma di 825 coppie americane di razza bianca. Essi hanno esaminato specificamente i polimorfismi a singolo nucleotide, che si trovano nel DNA e che sono noti per differire comunemente tra gli esseri umani.


I dati raccolti hanno permesso di scoprire che c’erano meno differenze nel DNA tra le persone sposate che tra due individui scelti a caso. In tutto, i ricercatori hanno stimato una somiglianza genetica tra gli individui, utilizzando 1,7 milioni di polimorfismi a singolo nucleotide nel genoma di ogni persona.

“Il meccanismo con cui si sceglie il partner è molto complicato e sfaccettato – afferma Benjamin Domingue dell’Istituto di scienze sociali universitario che ha diretto lo studio – Probabilmente il DNA rientra nella lunga lista delle preferenze, insieme al livello culturale, alla religione, all’eta’, ai caratteri somatici, al reddito e ad altri elementi“.

Concludono i ricercatori: “E’ molto difficile stabilire quanto i nostri geni comandino tali decisioni ma noi abbiamo scoperto che gli sposi erano più geneticamente simili rispetto agli altri individui, scelti a caso. Probabilmente tale forza è minore rispetto ai fattori sociali ma partecipa alla scelta in tutta una serie di elementi”.

Emanuela Bertolone.

Guarda cosa accadde oggi.

[jwplayer player=”1″ mediaid=”15387″]