Cosa fare quando si avverte un sapore metallico in bocca? Diamo uno sguardo alle cause e vediamo se ci sono rimedi naturali efficaci.

Avvertire un sapore metallico in bocca può capitare a tutti. Per alcuni si tratta di una problematica saltuaria, mentre per altri è cronica. Scopriamo le cause, i collegamenti che ci sono con altre patologie importanti e cosa fare in caso di alito ferroso.

Sapore di sangue in bocca: cause

Sentire il sapore si sangue in bocca è, in alcuni casi, normalissimo. Se, ad esempio, dopo aver lavato i denti avvertite un retrogusto metallico potrebbe dipendere da una cattiva igiene orale. Magari, non avete spazzolato bene oppure avete dimenticato di utilizzare il filo interdentale o ancora avete urtato le gengive e le stesse sanguinano. In casi come questi, quindi, non c’è da preoccuparsi: basterà correggere le azioni sbagliate e il ‘danno’ è risolto. Questa problematica, però, può avere diverse cause scatenanti, alcune più serie delle altre: dall’epilessia alla sindrome di Sjögren, passando per la paralisi di Bell, il reflusso gastro esofageo e malattie delle vie respiratorie. Pertanto, quando vi rendete conto che il disturbo è ricorrente, è bene chiedere il parere di uno specialista. Soltanto quest’ultimo può stabilire la causa scatenante e prescrivere la corretta terapia.

Il gusto di sangue in bocca, ad esempio, può essere causato anche da un’allergia o intolleranza alimentare, ma anche dall’assunzione di alcuni farmaci o addirittura dalla gravidanza. I fattori possono essere davvero tantissimi e, è bene ribadirlo, più o meno seri. Per cui, non vi allarmate se vi capita di avere l’alito metallico e consultate il medico solo quando il disturbo è frequente.

bocca amara

Sensazione di sangue in bocca: rimedi naturali

Come sottolineato, il gusto metallico in bocca ha cause diverse. Fortunatamente, ci sono tanti rimedi naturali che possono essere utili sia in casi sporadici che cronici. Innanzitutto, se vi rendete conto che la problematica è da ricondurre ad alcuni cibi, eliminateli dalla dieta. Al contrario, invece, inserite: succo d’arancia o di limone senza zuccheri aggiunti e infusi a base di chiodi di garofano o cannella. Parlando sempre di alimentazione, cercate di evitare le pietanze fritte e particolarmente piccanti, soprattutto se il disturbo è associato al reflusso gastrico. Ricordatevi, inoltre, di bere tanta acqua durante l’arco della giornata.

Il sapore di sangue in bocca può essere contrastato anche consumando caramelle alla menta, alla liquirizia o all’eucalipto. Un vecchio consiglio della nonna, anche se non gradito a molti, sostiene che ingoiare uno spicchio d’aglio a stomaco vuoto sia il rimedio naturale migliore contro ogni genere di infiammazione, alito metallico compreso.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 28-11-2021


I migliori esercizi per far dimagrire le gambe

Come contrastare la gotta con la dieta? Ecco alcuni alimenti da evitare