Rocco Siffredi: in arrivo il documentario, Dagospia segnala

Presto potremo vedere il documentario Rocco, realizzato da Thiery Demaiziere e Alban Teurlai, dedicato alla star del porno Rocco Siffredi

chiudi

Caricamento Player...

Il documentario Rocco, dedicato a Rocco Siffredi, è tra i titoli selezionati per le Giornate degli Autori alla mostra di Venezia. Rocco “come Tyson e Jagger, una leggenda vivente“, come segnala Dagospia. Il documentario viene definito un’autoconfessione a cuore aperto, una storia di vita basata sul fatto che Rocco Siffredi “sta alla pornografia come Mike Tyson alla box e Mick Jagger al rock’n’roll. In pratica è una leggenda vivente”.

Il documentario è di Thiery Demaiziere e Alban Teurlai

Il documentario propone il ritratto di un personaggio che “rischia di infrangere un mito, ma racconta anche il “dietro le quinte del mondo della pornografia”.

Solo poco tempo fa, l’immagine dello stallone italiano senza veli pubblicata sulla copertina di Le Monde non era passata inosservata.

Lo scopo della copertina era quello di lanciare un’inchiesta sulla sessualità, e aveva certamente sollevato un vespaio di polemiche, tra cui lettere indignate di molti lettori.

Visto il successo, amplificato anche dalla presenza dei media internazionali, l’effetto Rocco a Venezia si annuncia poderoso.

Nelle Giornate degli Autori, dirette da Giorgio Gosetti, saranno poi proposti: Indivisibili di Edoardo De Angelis, e La ragazza del mondo, opera prima di Marco Danieli.

Tra i titoli più attesi della mostra, Polina, danser sa vie di Valérie Muller e Angelin Preljocaj con Juliette Binoche, The war show di Andreas Dalsgaard e Obaidah Zytoon, cronaca del viaggio di un gruppo di amici che attraversano la Siria con l’obiettivo di prendere parte alla rivoluzione.

Grande interesse anche per l’evento speciale Vangelo, opera che testimonia l’incontro tra il regista Pippo Delbono e i profughi raccolti in un Centro per rifugiati.