Le perdite gialle nel primo trimestre di gravidanza, se inodori e non provocano bruciore, non rappresentano segnale d’allarme.

Durante la gravidanza uno dei disturbi più frequenti sono le fastidiose perdite che fanno spesso preoccupare la futura mamma in relazione a un possibile rischio per la gravidanza e la salute del piccolo.

Tuttavia, non sempre si tratta di un problema, al contrario, fanno parte del normale stato e decorso della gravidanza.

Le perdite però non sono tutte uguali e a seconda del colore, consistenza, odore e periodo in cui compaiono possono essere segnali di allarme o meno.

Solitamente le perdite gialle sono innocue e fanno parte della leucorrea tipica dello stato di gravidanza, l’importante è che non sia maleodoranti né siano causa di bruciori in quanto sarebbero segnale di infezione e quindi sintomo da non sottovalutare e da porre all’attenzione del ginecologo.

Perdite gialle nel primo trimestre di gravidanza inodori e senza prurito, dunque, non sono sintomo di rischi né devono suscitare allarme o preoccupazione della madre che può continuare la sua gravidanza serenamente.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 06-11-2014


Quanto dura la depressione post parto

Quanto costa un vibratore