Rimedi per pelle rovinata dall’acne

L’acne è un antiestetico disturbo che in genere si presenta durante l’adolescenza, ma anche in età adulta.

chiudi

Caricamento Player...

Chi soffre di tale problema si ritrova spesso con la pelle rovinata e piena di cicatrici.Le eruzioni cutanee e i brufoli colpiscono in genere il viso, ma possono estendersi anche in altre parti del corpo: i soggetti più esposti all’acne hanno una pelle tendenzialmente grassa, soprattutto in determinate zone del viso e del corpo. L’acne si manifesta con la comparsa di foruncoli o brufoli che sono conseguenza di un processo infiammatorio del follicolo pilifero e della annessa ghiandola sebacea. Alcuni studi scientifici hanno rilevato un legame tra l’acne e gli squilibri ormonali, oppure le intolleranze alimentari. Quando l’acne giovanile o anche quella in età adulta lascia antiestetiche cicatrici è importante intervenire subito per rendere la pelle più morbida e liscia.

Per eliminare le cicatrici lasciate dall’acne cronica esistono rimedi naturali a base di piante, oli essenziali e vegetali, che favoriscono la riparazione dei tessuti danneggiati. L’olio di rosa mosqueta è efficace per le cicatrici più fresche; l’olio di iperico è noto per le sue proprietà emollienti e cicatrizzanti, utile a stimolare la rigenerazione cellulare. L’olio essenziale di lavanda è efficace per apportare sollievo in caso di processi infiammatori come eczemi, psoriasi e acne. Altrettanto efficaci perché dotati di proprietà cicatrizzanti sono l’olio essenziale di neroli, l’olio essenziale di mirra e l’olio di borragine, da applicare sulle parti del viso o del corpo danneggiate dall’acne.