Dove richiedere il vaccino antinfluenzale 2016?

Tutte le strutture presso cui è possibile vaccinarsi

chiudi

Caricamento Player...

Dove richiedere il vaccino antinfluenzale 2016? Presso il Dipartimento di Prevenzione di ogni ASL e presso le strutture messe a disposizione da ogni Regione o Provincia autonoma. Rivolgersi al medico di base è sempre necessario prima di procedere alla vaccinazione, sia per valutare l’opportunità di vaccinarsi sia per definire quale sia la struttura più vicina a cui rivolgersi.

Quando si dovrebbe procedere alla vaccinazione antinfluenzale?

I focolai influenzali scoppiano in genere all’inizio della stagione fredda. Per questo motivo è necessario procedere alla vaccinazione delle categorie a rischio (malati cronici, bambini e soprattutto anziani) tutti gli anni e all’inizio dell’inverno.
La maggiore diffusione dei virus influenzali infatti coincide grossomodo con la fine di Gennaio ed è proprio durante questo periodo ad essere registrato il maggior numero di decessi, soprattutto tra le persone che hanno già compiuto 65 anni.

Ogni anno il vaccino antinfluenzale viene formulato in base ai ceppi che si ritiene saranno più attivi e pericolosi nell’inverno successivo, quindi è necessario vaccinarsi ogni anno con il vaccino più recente.

Dove richiedere il vaccino antinfluenzale 2016?

Presso i Dipartimenti di Prevenzione di tutte le ASL sono attivi i Servizi di Vaccinazione che procedono sistematicamente alla vaccinazione dei cittadini richiedenti.
Inoltre, ogni Regione e ogni Provincia autonoma ha il diritto di mettere a disposizione del cittadino delle strutture specifiche deputate ad affiancare le altre nella campagna di vaccinazione.
Per ricevere tutte le informazioni necessarie basta rivolgersi al proprio medico di base, che sarà certamente informato su quali siano le strutture della zona a cui è possibile rivolgersi per la vaccinazione.
E’ importante sapere inoltre che le cosiddette categorie a rischio hanno diritto alla somministrazione gratuita del vaccino antinfluenzale, nello specifico soggetti di età pari o superiore ai 65 anni, bambini dai sei mesi in su, ragazzi e adulti affetti da patologie che aumentano il rischio di complicazioni dovute al virus influenzale, donne che siano nel secondo o terzo trimestre di gravidanza durante la stagione epidemica.