Le regole per il rientro a scuola in epoca Covid: dal Green Pass ai test salivari, tutto quello che bisogna fare per tornare tra i banchi.

Il 13 settembre è il giorno del rientro a scuola per gran parte del degli studenti italiani. Sarà il primo vero ritorno tra i banchi dopo la lunga pausa dovuta alla pandemia. Se già lo scorso anno in parte si era tornati a vivere l’esperienza del rientro in presenza, stavolta non dovrebbero esserci alternanze, e se tutto andrà bene l’anno scolastico proseguirà regolarmente fino a giugno. Ma con delle regole precise e severe. Andiamo a scoprire cosa è necessario per poter tornare in aula.

Regole per il rientro a scuola: serve il Green Pass

Una delle principali regole, in vigore dall’11 settembre, riguarda l’obbligo del Green Pass per tutto il personale scolastico, ma anche per chiunque entri negli istituti, compresi dipendenti di ditte esterne, genitori e accompagnatori. Sono esclusi al momento solo i bambini, gli alunni e gli studenti, a eccezione di coloro che prendono parte a percorsi formativi dagli Istituti tecnici superiori.

Green Pass Covid
Green Pass Covid

Il controllo della validità dei Green Pass è responsabilità dei dirigenti scolastici o di altre figure apposite. Per poter effettuare le verifiche è necessario passare attraverso una piattaforma creata dal ministero dell’Istruzione, della Salute e dal Grante per la privacy. Chi presenterà un Green Pass non valido per cinque giorni verrà sanzionato con la sospensione del lavoro senza stipendio, con l’aggiunta di una multa che può andare dai 400 ai 1000 euro. Al momento queste regole sono valide fino al 31 dicembre 2021.

Test salivari, mascherine e distanziamento: le altre regole

Non solo il Green Pass sarà necessario per tornare ad attività scolastiche normali. Anche gli studenti dovranno infatti fare la loro parte. Tra gli alunni verranno effettuati test salivari a campione, con un piano che prevede almeno 55mila test su alunni di scuole pilota ogni 15 giorni. Su base volontaria verranno coinvolti studenti di classi primarie e secondarie.

Ancora obbligatorie per il momento le mascherine, che potranno essere tolte solo in mensa e in palestra. Anche quest’anno verranno fornite a chi ne fosse privo direttamente dalle scuole. Necessario anche il distanziamento tra gli alunni e tra i banchi. Gli ambienti dovranno poi essere regolarmente areati. Il ricambio dell’aria dovrà essere assicurato aprendo le finestre (e non ci saranno deroghe durante l’inverno).

Qualora si riscontrasse un positivo in una classe, la quarantena sarà di 7 giorni per i vaccinati, di 10, come lo scorso anno, per chi non fosse ancora stato sottoposto al vaccino. All’ingresso dovranno infine essere garantite entrate a turno, scaglionate, per evitare il rischio di assembramenti.

coronavirus

ultimo aggiornamento: 13-09-2021


LolaVie: Jennifer Aniston lancia la sua prima linea beauty dedicata ai capelli

Elon Musk si trasferisce in un prefabbricato da 37 mq: l’assurda casa del miliardario