Razze di pappagallo: come capire qual è quella adatta al proprio ambiente domestico? Diamo uno sguardo alle specie più apprezzate.

Avete intenzione di accogliere in casa un pappagallo? Ottima scelta, ma prima di fare il grande passo è bene che conosciate le principali razze e le relative caratteristiche. Un animale di questo tipo, infatti, non è adatto a tutti, soprattutto non è per coloro che amano l’assoluto silenzio.

Razze di pappagallo: quali sono?

Come qualsiasi altro animale domestico, anche il pappagallo ha bisogno di cure e attenzioni. Non pensate che basti acquistare una gabbia e dargli cibo e acqua per renderlo felice. Anche lui, come i gatti o i cani, necessita del contatto umano, ma anche di poter spaziare per la casa. Ovviamente, il volatile deve essere ben addestrato, altrimenti potreste ritrovarvi i mobili distrutti in un lampo. Le specie di pappagallo sono tante, sia di piccole dimensioni come le Cocorite che di grandezza maxi come le Ara.

Scopri i luoghi dei più famosi delitti italiani

pappagallo calopsita

Generalmente, questo animale può vivere dai 10 ai 50 anni e anche oltre. L’aspettativa di vita, così come il loro carattere, dipende dalla grandezza. I più piccolini sono maggiormente gestibili, mentre i ‘giganti’ presentano una personalità più complessa. Possono essere acquistati presso i negozi di animali oppure da allevamenti privati. In qualsiasi caso, però, informatevi bene sulle principali caratteristiche. Inoltre, assicuratevi che il volatile sia provvisto di documento Cites, ovvero la Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione. In Italia è consentito soltanto il commercio di pappagalli nati in cattività. E’ consigliato, poi, che l’animale abbia un anellino inamovibile sulla zampa che ne riporti sia i dati anagrafici che quelli fisici.

Le razze di pappagalli, anche se è più corretto parlare di specie, sono tantissime, oltre 350. Le più diffuse e soprattutto consentite sono poche. L’Amazzone fronteblu, ad esempio, è uno dei volatili più desiderati. Molto chiacchierona, è facilmente riconoscibile perché sulla fronte ha una chiazza di piume blu/azzurre. Il resto del suo piumaggio, invece, è verde con qualche sfumatura gialla o rossa. Arriva a misurare 37/38 centimetri e può vivere anche 60/80 anni. Essendo un pappagallo molto rumoroso, che ama far sentire la propria voce, potreste avere qualche problema con i vicini.

Tipi di pappagalli: ad ognuno la sua razza

Tra le razze di pappagalli più desiderate c’è anche l’Ara gialloblù. Con i suoi colori vivacissimi, tra cui spiccano il giallo e il blu, è una delle specie più grandi: può arrivare a misurare ben 88 centimetri. Non solo, anche la sua aspettativa di vita è ‘generosa’, visto che può raggiungere anche 70 anni. Ha un carattere tranquillo e docile, ma ama far sentire la sua voce. Anche il Cacatua è un volatile domestico amato e longevo, che può vivere fino a 60 anni e misurare 70 cm. Il piumaggio cambia in base alla ‘specie’ che si sceglie: alcuni hanno la cresta gialla, altri sono tutti bianchi, mentre altri ancora hanno piumaggi rossastri, rosati, neri o grigi. Adora stare in compagnia e detesta la solitudine, per cui se non trascorrete molto tempo in casa evitate di accoglierlo in famiglia.

Il Cenerino è un pappagallo affettuoso, che si lega moltissimo ai suoi proprietari. Non solo, è anche bravo ad imitare la voce degli umani. Considerato il volatile più intelligente al mondo, ha piume grigio cenere, con sfumature bianche. Può arrivare a misurare 30 cm e vivere fino a 60 anni. Se avete intenzione di prendere un animale di dimensioni più piccole potete optare per il Parrocchetto, conosciuto anche con il nome Cocorita, che misura da 18 a 60 cm. Vive, però, un po’ meno rispetto agli altri: circa 30 anni.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 14-10-2021


Poliziotta eroina porta in salvo mamma pitbull e i suoi cuccioli

Alice Campello presenta la new entry in casa Morata: il cucciolo Monti fa impazzire i followers