Quello che gli uomini non dicono sulle donne

Siamo in grado di elaborare una lista lunghissima sui difetti che compongono l’essere maschile, ma ci siamo mai chieste cosa gli uomini odiano di noi? E’ arrivato il momento di saperlo.

chiudi

Caricamento Player...

“Non posso sopportare le donne che si vestono con accessori di Hello Kitty a trent’anni”.

Con questa frase è cominciata una disquisizione sul genere femminile, da parte di tre uomini over trenta, in un noto locale di Roma.

“Non mi piace quando non ammettono di aver sbagliato, e quando tengono il muso per ore invece di essere dirette”, ha dichiarato uno dei tre.

L’argomento è interessante e ci riguarda tutte. Gli uomini, non solo i tre al bar, mal sopportano alcuni comportamenti del sesso opposto.

NELLA VITA

Farsi aspettare per troppo tempo: gli uomini non vi ritengono più fiche, bensì maleducate, se li fate attendere per più di dieci minuti sotto casa. Lo stesso vale in caso di convivenza, quando lui è già sull’uscio e voi alle prese con il trucco o con il vestiario.

Permalosità: “Cos’hai?”, “Nulla!”. Ecco, li manda in bestia. Loro sono pratici e questo atteggiamento li snerva. Delle due l’una: o vuotate fuori il sacco, prendendola a ridere, se è possibile; oppure fingete di star bene. La via di mezzo li fa impazzire. E’ inutile mettere il muso per poi scatenarvi dopo che lui vi ha supplicate di parlare.

Gelosia del passato: il vostro uomo non è un cavallo da acquistare. O uno da assumere. Non può stilarvi un curriculum sentimentale o sessuale, con tanto di nomi e foto delle donne del suo passato. Potrà capitare di scoprire una scappatella di anni fa, anche mesi dopo aver conosciuto una sua amica, con cui si è divertito quando voi non eravate nella sua vita.

“Non mi avevi detto che eri stato a letto con lei!”….Cosa cambia? Nulla. Ora ci siete voi, quindi non guardate indietro e non vi mostrate così insicure.

I Ricatti morali: “Un uomo che mi ama verrebbe alla festa della mia bis-nonna”. Questa è tutt’altro che una prova d’amore. La parola giusta è “provocazione”, o, peggio, “ricatto morale”. Esistono altri modi per convincere il vostro partner, per renderlo più partecipe e anche più lieto di farvi felici. “Amore per me è importante e mi renderesti troppo felice se decidessi di venire”. Non suona meglio?

LOOK

Le pellicce: che siano eco, che siano di moda, gli uomini le detestano. Gli sembrerà di stare a cena con la macchina del tempo che li ha trascinati negli Anni’80, o, peggio, seduti con la loro nonnina.

Le zeppe: per gli uomini, le zeppe sono l’antitesi della femminilità. Troppo aggressive.

Lo smalto nero: molto di moda. Ma gli uomini non amano troppi colori sulle unghie. Tanto meno il nero.

I capelli corti: non li odiano, ma li preferiscono lunghi e sciolti. Rigorosamente puliti, per favore.

Troppo trucco: il trucco non deve essere evidente come se foste appena uscite da uno shooting di una casa di moda. L’uomo ama le donne acqua e sapone. Un trucco elaborato può giocare con le luci, può allargare gli occhi, alzare gli zigomi, ma mai farvi apparire di cartongesso.

Look eccessivo: l’uomo italiano alla fin fine è un bigottone. Non ama uscire con Lady Gaga, salvo che non sia proprio lei in carne e ossa. Dimostriamo allegria, o buon gusto. E, soprattutto, un equilibrio psichico.

Questo non vuole essere un vademecum, ma semplicemente un report per il quale ambasciatore non porta pena! Chiamiamola “cultura dell’altro”.

Per il resto, non rinunciate a voi stesse, ma se una sola di queste attitudini sono motivate per colpirlo, sappiate che l’effetto che otterrete, sarà l’opposto.