Quanto tempo tenere in ammollo lenticchie

Il legume delle feste: ecco qualche indicazione su come cucinare e su quanto tempo tenere in ammollo le lenticchie.

chiudi

Caricamento Player...

Quanto tempo tenere in ammollo lenticchie?

Le lenticchie sono il legume delle feste e tra Natale e Capodanno se ne consumano veramente in alta quantità, grazie anche alla tradizionale credenza che mangiando più lenticchie si faranno più soldi.

Come altri legumi dello stesso tipo, le lenticchie sono un alimento che prima di essere cucinato necessita di ammollo (soprattutto se se ne vuole conservare l’apporto nutrizionale e rendere più facile la digeribilità delle lenticchie).

Quanto tempo tenere in ammollo lenticchie dipende pressoché dalla quantità di lenticchie da cucinare e dunque avremo una variazione del tempo di ammollo che va da 4 a 12 ore.

La cottura delle lenticchie sarà facilitata, inoltre, se mentre si trovano in ammollo viene aggiunto un cucchiaio di bicarbonato di sodio all’acqua di cottura che dovrà essere di 40 minuti.

La cottura delle lenticchie, dunque, può seguire l’ammollo oppure avvenire contemporaneamente a questo. Vi sono, poi, lenticchie che non necessitano di stare in ammollo perché già precotte. In questo caso la cottura potrà durare anche solo pochi minuti.

In entrambi i casi, comunque, sia che le lenticchie restino in ammollo prima della cottura, sia che non vi restino, durante la fase di cottura il sale va aggiunto alle lenticchie solo a fine cottura ed è preferibile usare una padella in terracotta piuttosto che d’acciaio, niente alluminio perché potrebbe annerire le lenticchie.

Per mettere lenticchie in ammollo è necessario riporre le lenticchie in una ciotola con una certa quantità d’acqua indicata nel doppio e più rispetto alla quantità di legumi presenti e va considerata una ciotola grande perché in questa fase le lenticchie aumentano di volume.

La ciotola con acqua e lenticchie va a questo punto coperta e va lasciata così per il tempo indicato e variabile in base al tipo di lenticchia usato.

Nelle prime ore di ammollo, inoltre, l’acqua dovrebbe essere cambiata almeno un paio di volte.

Le lenticchie, se ben cucinate previo ammollo, sono un alimento ricco di nutrimento, sano, in grado di apportare all’organismo sali minerali, proteine, vitamine, senza colesterolo, senza contare che le lenticchie sono un alimento molto versatile che si può cucinare in molti modi diversi per arricchire altri cibi e piatti.

Le lenticchie più comuni sono quelle piccole e marroni, ma ne esistono di diverse varietà, vendute precotte o secche e solo per le seconde è necessario considerare l’ammollo.