Scopriamo quanto dura una ceretta araba, per una depilazione poco aggressiva e 100% naturale.

La ceretta araba, detta anche Sokkar o Halawa, è un modo di depilarsi importato dal Nordafrica e che può essere preparata anche in casa, perché è a base di zucchero e limone. E’ molto usata dalle donne tunisine ma la sua origine è stata fatta risalire addirittura ai tempi dell’antico Egitto e si dice che essa sia stata ideata della regina Cleopatra che amava avere una pelle liscia come seta: infatti è detta anche Oro di Cleopatra. E’ un prodotto meno aggressivo rispetto alla cera tradizionale, ed è particolarmente indicato per chi ha la pelle sensibile o soggetta alla formazione di capillari o varici.

Ha una consistenza gommosa ed elastica, e si usa senza strisce depilatorie: se ne preleva un pezzetto dalla quantità preparata, si va a stendere sulla superficie da depilare e si strappa nel senso inverso a quello della crescita del pelo. Eventuali residui si possono togliere facilmente con dell’acqua calda, per via dell’idrosolubilità degli ingredienti.

La ceretta araba è molto richiesta nei saloni di estetica, perché i suoi componenti assolutamente naturali la rendono tollerabile anche a persone soggette ad allergie o intolleranze.

Quanto dura una ceretta araba?

Di solito tre settimane, molto dipende dalla velocità di ricrescita del pelo, in ogni caso però non è abbastanza ‘incisiva’ per rimuovere la peluria bionda o i peli di lunghezza inferiore a 5 mm, che necessitano l’uso della ceretta a caldo tradizionale.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2023 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 20-10-2015


Dove comprare orologi Wewood a Milano

Come fare spray agli oli essenziali